Da Viterbo alla Russia per le imprese

Dopo una visita a Tambov, centro a 480 chilometri a Sud Est di Mosca, la città laziale si prepara ad accogliere una delegazione russa per avviare scambi commerciali e nuove collaborazioni

Da Viterbo a Tambov, per rilanciare l’economia. La città laziale guarda infatti alla Federazione, e getta le basi per uno scambio con la comunità russa, situata a 480 chilometri a Sud Est di Mosca.

Con i suoi 280mila abitanti, Tambov risulta un piccolo ma fiorente centro basato principalmente sull’agricoltura e su alcune grandi imprese. E proprio per avviare una rete di contatti e collaborazioni, una delegazione laziale, guidata dal presidente di Confcooperative Viterbo Bruna Rossetti, ha fatto visita alla città dell’Est per studiare le potenzialità di questa regione.

Ospitalità e disponibilità: queste le parole usate da Bruna Rossetti per descrivere l’incontro con la comunità russa.

In attesa di mettere nero su bianco i futuri accordi di collaborazione, Viterbo fa il punto della situazione e si prepara ad accogliere i russi, che prossimamente faranno visita alla città italiana. Secondo quanto dichiarato dal presidente di Confcooperative Viterbo, durante la visita in Italia ai russi saranno presentati gli agriturismi, gli oleifici, ma anche il consorzio di ortofrutta e l’intera realtà economica e commerciale locale.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta