Pal Zileri sfila a Mosca

Foto: Marina Dmitrieva/Ufficio stampa

Foto: Marina Dmitrieva/Ufficio stampa

"Sono super-entusiasta", commenta così il direttore creativo del marchio vicentino, Ivan Benbanaste, la presenza come ospite d'onore alla Moscow Fashion Week

La 25ma edizione della Mercedes Benz Fashion Week a Mosca, dal 18 al 22 ottobre 2012, si è conclusa con la sfilata dell'azienda veneta di alta sartoria Pal Zileri. Le impressioni di questa esperienza raccontate dal direttore creativo del marchio italiano Ivan Benbanaste. 

Quali sono le sue impressioni sulla città?
Sono a Mosca per la seconda volta. Le impressioni che ho? Fantastiche. Sono super-entusiasta, più che la prima volta. Siamo special guest della Settimana della Moda moscovita e per noi è un onore essere qua. A parte ciò, la forza di questa città la rende uno dei posti più belli del mondo. Qui c'è l'energia del passato e l'energia del futuro.

Foto: Marina Dmitrieva/ufficio stampa

E le sue impressioni sulla Settimana della Moda moscovita? Quali le differenze e quali le analogie con l'Italia e l'estero?
Diciamo che è come l'arte contemporanea. In Europa (a Milano, Parigi, Londra) e in America (a New York) c'è una super-produzione di creatività e messagi difficili da leggere. Qui è un po' più intimo, è una cultura diversa e posso fare un esempio: poco fa ho visitato, in una galleria d'arte, un'esposizione di quattro giovani artisti russi. L'ho trovata stupenda e ho sentito un'energia veramente nuova. Anche durante questa Fashion Week mi hanno stupito la creatività e l'eleganza, ma sopratutto la ricerca. La ricerca di novità. Gli stilisti che ho incontrato hanno uno sguardo rivolto più al futuro che al passato.

Un consiglio sulla moda da dare ai russi?
È difficile, perché le donne russe sono estremamente belle. Sono tante e sono tanto belle. Poi hanno un gran gusto nel vestirsi. Anche loro sono diventate più raffinate nel tempo. Onestamente non ho alcun consiglio da dare. Sono contento di quello che vedo. Gli uomini russi anche stanno cambiando e mostrano un gusto molto più raffinato. Ho visto anche i modelli durante il casting. Sono molto interessanti, non vedo differenza con Parigi o Londra. Ci sono alcuni modelli che vengono a Milano a sfilare. Ho potuto apprezzare i modelli che arrivano dagli Urali, occhi blu, capelli biondi e fisici estremamente raffinati. Lo stesso per quelli provenienti dalla Siberia, hanno visi molto interessanti.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta