A Milano il "Vulcano" russo

L'opera dell'artista Maxim Kantor, pittore, incisore e scrittore, protagonista alla Biennale di Venezia nel 1997, sarà esposta dal 26 ottobre al 9 dicembre 2012 nella sede della Fondazione Stelline

"Stato", 1991, olio su tela, Maxim Kantor (Foto: Ufficio Stampa)

Aveva rappresentato la Russia nel 1997 in occasione della XLVII Biennale di Venezia con la mostra "Criminal Chronicle", a cui fu completamente dedicato il Padiglione Russo. È tornato in Italia nel 2005, con un’esposizione alla Fondazione Querini Stampalia del capoluogo veneto, dopo una parentesi milanese nel 1988, all’interno della mostra collettiva "Artisti Sovietici Contemporanei".

Ora l’artista russo Maxim Kantor, pittore, incisore e scrittore, figlio dell’intellettuale e filosofo Karl Kantor, torna nel Belpaese, ospite della Fondazione Stelline di Milano.

La Fondazione, in collaborazione con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, presenta infatti in maniera completa l’opera di Kantor. Dal 26 ottobre al 9 dicembre 2012 nella sede della Fondazione a Milano (Corso Magenta, 61), sarà allestita la mostra “Vulcano”, curata da Aleksandr Borovsky e Cristina Barbano.

L’esposizione, che occuperà entrambe le gallerie della Fondazione, riunisce il portfolio "Vulcanus" (realizzato nel 2010) a una serie di dipinti, particolarmente rappresentativi per l’attività pittorica dell’artista. Sedici opere, alle quali saranno affiancati anche alcuni lavori dedicati alla sua attività di scrittore.

L'inaugurazione si terrà il 25 ottobre 2012 alle 18.30.

Orario:

martedì - domenica, 10-20 (lunedì chiuso)

Prezzo dei biglietti:

intero 6 euro

ridotto 4,50 euro

scuole 3 euro

La biglietteria chiude un’ora prima

Per maggiori informazioni:

Tel.: 02.45462411

www.stelline.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta