Ritorno sul Don, russi in visita

Il Console Onorario della Federazione Russa Bolzano Bernhard Kiem insieme allo storico Giorgio Scotoni, curatore della mostra (Foto: Ufficio Stampa)

Il Console Onorario della Federazione Russa Bolzano Bernhard Kiem insieme allo storico Giorgio Scotoni, curatore della mostra (Foto: Ufficio Stampa)

Guidata dal Console Onorario di Bolzano, una delegazione di studenti dalla Federazione ha visitato l'esposizione allestita a Trento in memoria alle vicende che hanno segnato la disfatta dell'esercito italiano sul Don

Sono oltre 17mila le persone che, da novembre 2011, hanno visitato la mostra "Ritorno sul Don", allestita nelle Gallerie Piedicastello di Trento per ripercorrere le tappe più drammatiche della campagna di Russia.

Fra i visitatori, anche una delegazione di russi, accompagnata dal Console Onorario della Federazione Russa Bolzano Bernhard Kiem, che per una giornata ha vestito i panni di Cicerone per accompagnare il gruppo, composto da studenti e professori, alla scoperta delle tragiche vicende che hanno segnato quegli anni.

L'esposizione ha rispolverato le tappe salienti che hanno condotto l'esercito italiano in Russia, fino allo disfatta finale che ha portato oltre centomila soldati italiani a disperderei sulle rive del Don. La mostra, allestita dallo storico Giorgio Scotoni, è stata realizzata in collaborazione con alcuni importanti musei ed enti di ricerca russi. "Questa esposizione è una parentesi importante per ricordare quanto accaduto in quel periodo - ha detto il console -. Un momento di riflessione sul nostro passato e sulla nostra storia".

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta