Esercitazione congiunta sulle Dolomiti

Una pattuglia dell'esercito russo in Italia per una settimana di addestramento insieme agli uomini del quarto reggimento Monte Cervino

Uomini in tuta mimetica, dotati di armi e kalashnikov. Li hanno visti scivolare sopra la terra, mimetizzarsi in mezzo alla vegetazione, nascondendosi tra le rocce e i crepacci. È stata un’esercitazione spalla a spalla quella condotta sulle Dolomiti dai soldati russi della 34esima brigata da montagna, che hanno condotto un programma di addestramento insieme agli uomini italiani del quarto reggimento Monte Cervino.

Un wargame pensato per far conoscere alle pattuglie russe i segreti degli Alpini, simulando un’operazione congiunta che li ha portati ad addestrarsi per diversi giorni nel Parco delle Dolomiti insieme ai colleghi italiani.

Dopo una settimana di esercitazioni, al termine delle quali i due schieramenti hanno simulato l’attacco a un bersaglio nemico, la trasferta dei russi si è conclusa con la cerimonia finale nella caserma Cantore di San Candido (Bolzano).

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta