Kandinsky in mostra ad Aosta

Fino al 21 ottobre 2012 il Museo Archeologico Regionale ospita quaranta lavori dell'artista russo, padre della pittura astratta

Gli anni parigini e l’amicizia con i suoi contemporanei. Il rapporto con l’Italia e la produzione di un periodo da molti considerato particolarmente fecondo. Fino al 21 ottobre 2012 il Museo Archeologico Regionale di Aosta ospita 40 opere del pittore russo Vasily Kandinsky.

Un viaggio attraverso il suo percorso artistico, sintetizzato nella mostra “Wassily Kandinsky e l’arte astratta tra Italia e Francia”, organizzata dall’Assessorato all’Istruzione e alla Cultura in collaborazione con la Fondazione Antonio Mazzotta di Milano, a cura di Alberto Fiz.

Padre dell’astrattismo, negli anni Kandinsky si è dedicato alla pittura e alla musica, fino alla scenografia.

I lavori esposti ad Aosta, tra cui alcuni capolavori degli anni Trenta e Quaranta mai presentati prima d’ora in Italia, appartengono a diverse collezioni pubbliche e private, italiane ed estere, accompagnati dalle opere di altri autori come César Domela, Florence Henri, Joan Mirò, Francis Picabia, Piero Dorazio, Gillo Dorfles, Alessandro Mendini, Ettore Sottsass e altri ancora. 

Prezzo dei biglietti:

Intero: 5 euro

Ridotto: 3,50 euro

Per maggiori informazioni:

www.regione.vda.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta