Politkovskaya, il picchetto si farà

Dopo il rifiuto iniziale, è arrivata l'autorizzazione per la manifestazione in memoria della giornalista uccisa il 7 ottobre 2006. Al raduno, che si terrà nei giardini Novopushkinskij, parteciperanno duecento persone

Dopo un iniziale “niet”, è arrivata l’autorizzazione per il picchetto in memoria di Anna Politkovskaya, la giornalista russa trovata morta il 7 ottobre 2006 nell’androne di casa sua a Mosca. Uccisa da alcuni colpi di arma da fuoco.

La richiesta, inoltrata da un gruppo di manifestanti che volevano in questo modo ricordare la reporter di Novaya Gazeta, era stata inizialmente respinta per via dei “troppi eventi previsti nella capitale russa in quello stesso giorno”.

Una negazione che aveva creato scalpore, fino al cambio di rotta: la manifestazione si farà. Non in piazza Pushkin, così come era inizialmente previsto, ma nei giardini Novopushkinskij, poiché in quel luogo, hanno fatto sapere le autorità, si svolgerà un altro raduno.

Il picchetto, al quale potranno partecipare al massimo duecento persone, si terrà il 7 ottobre 2012 dalle 14 alle 16.

A sei anni di distanza dall’uccisione della reporter, impegnata a denunciare quanto accaduto in Cecenia, non sono ancora stati identificati i mandanti di un assassinio che ha creato scalpore in tutto il mondo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta