L'arte russa underground a Venezia

Oltre cento opere della collezione di Aleksandr Reznikov, esposte dal 6 ottobre al 19 novembre 2012, per mostrare la pittura astratta non ufficiale nata dopo la morte di Stalin

Venezia ospita l’arte russa underground. Si chiama “Mosca underground, pittura astratta dal 1960”, la mostra allestita presso gli spazi espositivi dell’Università Ca’ Foscari (Dorsoduro 3246), dal 6 ottobre al 19 novembre 2012 (inaugurazione venerdì 5 ottobre 2012, ore 18). Un’esposizione che porta in laguna 110 opere della collezione Aleksandr Reznikov, legate alla nascita dell’arte non ufficiale russa, affermatasi dopo la scomparsa di Stalin e l’inizio del “disgelo”. Una collezione, quella di Reznikov, che ha acquisito negli ultimi anni una grossa notorietà non solo in Russia ma anche all’estero.

La mostra è stata promossa dal Centro di Alti Studi sulla Cultura e le Arti della Russia e curata dai docenti Giuseppe Barbieri e Silvia Burini insieme a Nikolai Kotrelev e Sergei Aleksandrov.

Per maggiori informazioni:

www.unive.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta