Spalletti sfida il Milan: "È il match dell'anno"

Subito a ruba le magliette dei neoacquisti milionari dello Zenit, Hulk e Witsel (Foto: Ufficio Stampa)

Subito a ruba le magliette dei neoacquisti milionari dello Zenit, Hulk e Witsel (Foto: Ufficio Stampa)

Riflettori puntati sull'incontro tra il club rossonero e lo Zenit San Pietroburgo. Il tecnico toscano: "Partita decisiva per la Champions League"

Nelle ultime otto partite lo Zenit San Pietroburgo ha vinto solamente due volte, tra l’altro contro avversari tutt’altro che imbattibili. E ora si appresta ad incontrare un Milan altrettanto sfortunato: la squadra di Allegri ha portato a casa solo due vittorie in sette match. Ecco perché, secondo gli esperti, l’incontro del 3 ottobre 2012 (alle 18, ora italiana), potrebbe rivelarsi un punto di svolta per entrambe le squadre.

“Il Milan sta vivendo un periodo buio, così come lo Zenit – ha dichiarato mister Spalletti alla vigilia dell’incontro -. I nostri avversari dovrebbero usare questa partita per ribaltare la situazione. E noi cercheremo di fare la stessa cosa. Il risultato sarà fondamentale per il futuro delle due squadre. Ho detto ai miei ragazzi che si tratta della partita dell’anno: dopo la sconfitta di Malaga rischiamo di compromettere la nostra posizione nella Champions League”.

“La cosa più importante – ha aggiunto il tecnico -, è che i ragazzi tornino ad avere fiducia in sé stessi, nelle proprie forze e nella propria abilità. Una sicurezza che abbiamo un po’ perso”.

Non poteva ovviamente mancare una domanda su Igor Denisov. I dissapori del giocatore con il club sembrano volgere alla fine, così come ha affermato Spalletti: “Dipende solo da lui”.

In campo non scenderanno comunque Lombaerts, Semak e Danny, fermi per infortunio. In forse la presenza di Criscito, uscito con uno zigomo rotto dall’incontro con il Lokomotiv.

“Witsel si sta preparando alla partita, deve rimanere a disposizione - ha detto Spalletti -. Bisogna innanzitutto puntare su quei giocatori che sono la spina dorsale della squadra”.

Per quanto riguarda il Milan, anche il leggendario club rossonero sta vivendo una serie di problemi. A disposizione del tecnico Allegri ci saranno attaccanti di classe come Pazzini, Pato e Krkic.

L'articolo originale è stato pubblicato su Rossiyskaya Gazeta

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta