Marchionne promuove la Russia

Dal Salone dell’Automobile di Parigi l'ad Fiat annuncia di continuare a lavorare sui piani di sviluppo nel Paese, e ammette: "Nella Federazione, un boom del mercato"

Marchionne promuove il mercato russo. E annuncia di voler puntare sempre più a Est. Dal Salone dell’Automobile di Parigi il numero uno della Fiat ha infatti esaltato la crescita del mercato della Federazione, lasciando intendere che gli occhi della Fiat sono tutti, o quasi, puntati in Madre Russia.


“Il mercato sta registrando un forte boom. Abbiamo fatto una scelta giusta a entrare nella Federazione con il marchio Jeep – ha dichiarato Marchionne -. Il sistema bancario russo sta inoltre lavorando per i finanziamenti. Nel frattempo noi stiamo chiarendo i dettagli con le banche, ma ci vuole del tempo”.


Nella primavera 2012 il gruppo automobilistico torinese aveva infatti siglato degli accordi con Sberbank per produrre e distribuire vetture in Russia. Entro il 2013 sarebbe inoltre previsto l’avvio della produzione della nuova jeep. Un’intesa che prevede una capacità produttiva di 120.000 veicoli, per un investimento massimo di 850 milioni di euro.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta