Da Putin un cane per Chavez

Il Presidente russo, per mano del numero uno di Rosneft, in visita a Caracas, ha regalato un cucciolo al collega venezuelano

A quanto pare, il regalo più in voga in questi tempi, cammina a quattro zampe. Dopo il cucciolo di Akita, regalato a Vladimir Putin dalle autorità giapponesi, e dopo il gatto siberiano offerto in cambio dal Presidente russo per dimostrare la sua gratitudine nei confronti dello scodinzolante omaggio, ora, a dotarsi di guinzaglio e museruola, sarà il Presidente venezuelano Hugo Chavez.

In occasione di una visita ufficiale in Venezuela da parte del numero uno di Rosneft Igor Sechin (conclusasi, tra l’altro, con l’accordo per investire in due grandi progetti di sviluppo di giacimenti petroliferi), Putin ha inviato, per mano di Sechin, un cucciolo di Terrier russo nero, conosciuto anche come “cane di Stalin”. Un omaggio per il presidente venezuelano che, secondo quanto riportano le agenzie russe, avrebbe apprezzato il regalo.

Il cagnolino, che non ha ancora un nome, fa parte di una razza poco conosciuta in Occidente, creata nel canile dell'Armata Rossa verso la metà del XX secolo incrociando venti diversi tipi di razze.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta