Nuovo idrovolante italo-russo

I due Paesi hanno sottoscritto un accordo per realizzare un velivolo da ricognizione che sarà costruito con tecnologia italiana e potrà essere impiegato anche per missioni umanitarie

Potrà essere utilizzato anche per missioni umanitarie il nuovo idrovolante da ricognizione italo-russo. I due Paesi, secondo quanto annunciato dall’agenzia di stampa russa Ria Novosti, starebbero lavorando alla produzione di un nuovo idrovolante.

La notizia è stata annunciata dal vice capo della Società di stato russa per le tecnologie, Dmitri Shugaev, che a Ria Novosti ha dichiarato: “Abbiamo sottoscritto un accordo con la compagnia italiana Oma Sud per la realizzazione di un velivolo che potrà essere impiegato anche per interventi di carattere umanitario”.

Il nuovo modello di aliscafo verrà prodotto con tecnologia italiana presso la Beriev Aircraft, basata a Taganrog, città portuale della Russia europea meridionale, nella regione di Rostov.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta