Caterpillar sulle strade di Russia

Lo sviluppo delle infrastrutture nell'Estremo Oriente russo è di particolare interesse per il gruppo Caterpillar (Foto:

Lo sviluppo delle infrastrutture nell'Estremo Oriente russo è di particolare interesse per il gruppo Caterpillar (Foto:

A margine del summit Apec, parla Richard Lavin, presidente del gruppo di macchine movimento terra, sui piani per investire nella Federazione

A margine del summit Apec che si è tenuto a Vladivostock, Richard Lavin, presidente del gruppo di mezzi di movimento terra, parla dei piani dell'azienda per investire nella Federazione.

Perché la Russia è un Paese importante per Caterpillar?
La Russia è un Paese molto importante per Caterpillar da molti anni. Abbiamo fatto affari qui per oltre quattro decenni. Abbiamo investito nel corso degli ultimi 12-15 anni più di un miliardo di dollari. Stiamo continuando a lavorare, perché l'opportunità per i nostri prodotti è grande qui. Allo stesso tempo, siamo molto ottimisti circa le prospettive di crescita della Russia. Il mio ottimismo, dopo questo tipo di incontri, è maggiore, avendo ascoltato le osservazioni del Presidente Putin. Ha parlato di investimenti in infrastrutture, di crescita complessiva e di sviluppo dell'economia. Quindi ci sarà una richiesta enorme delle macchine che produciamo e vendiamo.

Perché ha scelto di essere sponsor Platinum del vertice Apec di Vladivostock?
L'area dell'Asia e del Pacifico è un mercato estremamente importante per noi. Una percentuale significativa di business globale di Caterpillar si basa su questa regione. Vogliamo davvero far parte di Apec e Abac (Apec Business Advisory Council) per offrire le nostre idee e le nostre risorse in materia di sviluppo delle economie qui. Il fatto che siamo uno sponsor Platinum dimostra quanto vediamo importante lo sviluppo in questa parte del mondo.

Il vertice Apec è stato produttivo?
Nel complesso è stato molto produttivo. Ho partecipato agli incontri in materia di sviluppo delle infrastrutture, in particolare nell'Estremo Oriente russo. Ho guidato il gruppo di lavoro Abac per lo sviluppo delle infrastrutture. So che qualche volta i vertici Apec ricevono critiche per essere solo chiacchiere. Penso che la differenza qui è che Abac aiuti a stabilire un ordine del giorno di questioni che sono di fondamentale importanza per le economie partecipanti. Questo, a sua volta, costituisce in parte l'ordine del giorno Apec. Potrebbe essere una tipica organizzazione governativa per certi aspetti, perché è molto deliberativa e molto propositiva, anche se forse non  può muoversi alla velocità del business tutto il tempo. Ma questo gruppo fa cose concrete e siamo lieti di essere parte di esso.

Penso che abbattere le barriere commerciali sia una questione importante per tutti i partecipanti...
Certamente. La Trans-Pacific Partnership (Tpp) è una parte importante per abbattere definitivamente le barriere commerciali in tutta la regione dell'Asia sul Pacifico. Caterpillar è molto favorevole al libero scambio a livello globale.

Vado via con l'impressione che il futuro del Far East in gran parte si basa sulla realizzazione di grandi progetti come linee ferroviarie, autostrade, oleodotti, porti, silos per cereali eccetera. Significa che Caterpillar svolgerà un ruolo più importante nell'Estremo Oriente russo?
Il nostro punto forte è la costruzione di infrastrutture. Vogliamo essere coinvolti nella costruzione di ponti, strade, porti e tutto il resto che sta per essere programmato nell'Estremo Oriente russo nei prossimi cinque, dieci, venti anni. Uno degli argomenti che ho affrontato in uno degli incontri al summit, presentandolo anche al Presidente Putin, è che è molto importante per la Russia essere attiva nell'investire in infrastrutture perché si crea la fiducia da parte di potenziali investitori come Caterpillar, che intende continuare a investire nel Paese. È assolutamente essenziale per quanto riguarda l'efficacia dei nostri investimenti avere trasporto e logistica efficaci. Penso che la Cina ha fatto un ottimo lavoro ad investire sulle infrastrutture nel corso degli ultimi quindici anni. E si vedono i nuovi impianti di produzione che sorgono intorno alle infrastrutture. Credo che questo sia ciò che la Russia ha in mente per le regioni lontane, come quelle dell'Estremo Oriente.

Putin ha accolto quel messaggio?
Credo di sì. Ho avuto l'opportunità di parlare nel mio intervento di alcuni dei piani di investimento che si stanno approntando per guidare lo sviluppo delle infrastrutture nell'Estremo Oriente russo.

Quali sono i vostri piani?
Abbiamo già montato escavatori idraulici e carrelli minerari in Russia. Stiamo cercando possibili ulteriori investimenti o l'ampliamento di strutture esistenti come detta il mercato in Russia. Noi non abbiamo piani specifici per l'Estremo Oriente in questo momento. Tuttavia, data la crescente importanza di questa parte della Russia e la necessità di infrastrutture, daremo uno sguardo da vicino.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta