Aeroflot, a rischio gli uffici di Milano

Per motivi di riorganizzazione, la compagnia di bandiera russa ha annunciato la possibile chiusura della sede milanese. Sindacati italiani sul piede di guerra

Cura dimagrante per Aeroflot. La compagnia di bandiera russa si riorganizza e, con un progetto di riassestamento dell’organico, sta valutando di chiudere gli uffici di Milano e snellire quelli di Roma. Una notizia che scuote i sindacati italiani e cede il posto alle mobilitazioni.

 

Secondo quanto si apprende dalla Filt Cgil, la decisione arriverebbe nonostante sia previsto un incremento dell’attività sullo scalo di Malpensa, da dove partirà un nuovo volo da e per Mosca. 

 

Aeroflot ha da poco annunciano anche l’apertura della nuova rotta Bologna-Mosca: i voli, con frequenza quotidiana, dal 1° settembre 2012 collegano l’Italia alla capitale russa. Le partenze da Bologna sono previste alle 12, con arrivo in Russia alle 17.10, ora locale. Mentre le partenze da Mosca sono fissate alle 09.50, con arrivo a Bologna alle 11.10. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta