Mosca in festa per i suoi 865 anni

Una veduta del centro di Mosca (Foto: Reuters/Vostock Photo)

Una veduta del centro di Mosca (Foto: Reuters/Vostock Photo)

Con lo slogan “La città migliore del mondo”, il 1° e 2 settembre 2012 la capitale russa festeggia il proprio anniversario tra musica, arte e spettacoli dall'alba al tramonto

Sessanta musei aperti gratuitamente, oltre duemila ballerini per la cerimonia di inaugurazione, 21 piazze vestite a festa, decine e decine di concerti. La Giornata di Mosca, tradotta in cifre, è un palcoscenico a cielo aperto sul quale, il 1° e 2 settembre 2012, andranno in scena oltre 600 manifestazioni tra spettacoli, rappresentazioni e incontri. Il tutto sotto un cielo illuminato a festa dai fuochi di artificio che brilleranno in nove diversi angoli della metropoli.

I suoi 865 anni, Mosca se li porta davvero bene. Anzi, si dimostra più giovane che mai. E nasconde il suo volto di antica signora sotto un vestito di festa che invoglierà i moscoviti a scendere in strada dall’alba al tramonto per due intere giornate. Oltre tre milioni i visitatori previsti. 

“La città migliore del mondo”: questo lo slogan scelto per la manifestazione, preso in prestito da una canzone popolare dell’artista sovietico Muslim Magomaev, scritta in onore di Mosca.

L'artista sovietico Muslim Magomaev canta “La città migliore del mondo”, pezzo che ha suggerito lo slogan per la festa di Mosca


Le danze verranno aperte ufficialmente il 1° settembre 2012 (ore 12) all’ombra delle cupole di San Basilio, in Piazza Rossa, dove un mastodontico corpo di ballo con lo show “La città dell’amore. L’epoca della danza” inaugurerà la girandola di eventi, cui farà seguito lo spettacolo di musica militare Spasskaya Bashnya.

Dal cuore della città, la festa contagerà poi le vie e le arterie principali, diffondendosi lungo i boulevard e i parchi della capitale, fino alle zone più periferiche della metropoli: qui si alterneranno concerti, come la maratona di musica classica in piazza Pushkinskaya, spettacoli di arte contemporanea, come la mostra “Mosca con gli occhi dei giovani” (Casa centrale dell’artista) e spettacoli per i più piccoli, ad esempio “Il mondo dei bambini”(Parco Sokolniki).

Spazio anche alla cucina, con la “Festa Slava” in piazza della Rivoluzione, per fare un tuffo poi tra le maschere che sfileranno lungo il viale Akademika Sakharova, per un carnevale degno di Rio e Venezia.

La capitale accoglie inoltre i suoi ospiti tra le mura delle biblioteche, che per l’occasione resteranno aperte fino a tardi, così come i musei, a entrata libera. Semplici assaggi di un programma ben più ampio che coinvolgerà anche cinema e teatri per rendere omaggio a una città instancabile, che non dorme mai. A maggior ragione nel giorno della sua festa.

Per consultare i dettagli del programma, visita il sito www.moscow865.ru.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta