Rockettari di Russia

Yulia Chicherina è una cantante dal sorriso spontaneo, leader di un gruppo che porta il suo nome, molto popolare nel Paese, e autrice di testi e musica

Yulia Chicherina è una cantante, leader di un gruppo molto popolare in Russia, che porta il suo nome, ed è autrice di testi e musica. Nata a Sverdlovsk (Ekaterimburg), fin da piccola ha mostrato la sua passione per la musica. Suonava chitarra e batteria in vari gruppi e ha frequentato una scuola di musica come cantante, lavorando nel volantinaggio.

Fondò la sua band nel 1997, con Azat Mujametov alla chitarra, Aleksandr Brown al basso e Aleksandr Droff alla batteria. Nello stesso anno fece la sua prima apparizione al Club J-22, oltre a partecipare a vari festival in tutta la Siberia occidentale. Trasferitasi a Mosca con il gruppo, dopo la firma con Real Records, assieme al produttore Vadim Samoilov, si mise al lavoro per sviluppare quello che sarebbe stato il suo primo album in studio, intitolato "Dreams" nel 2000.

L'album contiene un orecchiabile pop-rock con un leggero sapore punk, chitarre distorte e strutture con pochi accordi, ma molto ben suonate. La voce di Yulia dà un tocco più pop alla band. Alcuni dei suoi primi successi sono "Zhara" e "Tu-lu-la".

La prima è una canzone di pop-rock con un tocco di funk, un ritornello orecchiabile e un sacco di distorsioni: gli ingredienti perfetti per creare una hit. Il video è stato girato da Timur Bekmambetov.

"Tu-lu-la" mostra il lato punk-rock della band, con le chitarre in stile Ramones. È il tipo di canzone che prende l'ascoltatore, è molto ben prodotta e ha un suono ben riuscito.

Il loro secondo album, "Тechenie", è stato pubblicato nel 2001. È un'estensione del precedente, con uno stile molto simile e tempi di batterie elettroniche molto sottili. Su tanti aspetti la chitarra gioca un ruolo importante, dando un suono potente. In breve, un buon album che si può ascoltare senza stancarsi. Vorrei consigliare l'ascolto di "Vrachi", la seconda canzone, un tema classico da rock melodico che parla di una ragazza che soffre di un difetto fisico.

Nel 2002, Yulia scrisse una canzone insieme a Shura del gruppo B-2, intitolata "Il mio rock and roll". Il video diventò uno dei più popolari dell'anno. I suoi album successivi sono stati: "On / Off" (2004), "Musikalnii Film" nel 2006, "Chelovek Ptitsa" (2007), oltre a comporre alcuni singoli come "Shila Plate" (2009), "Natale" (2009) o "Opasno" 2011. 

In "Musikalnii Film", la band mostra i suoi sintetizzatori più ballabili aggiungendo beat elettronici e suoni discoteca. "Darom" o "Nieliubov" hanno quel suono da discoteca stile "Boney M" o Febbre del Sabato Sera. "Opasno" è uno dei loro ultimi singoli, col suono più moderno dei Chicherina, segnato da una linea di basso in stile hard-rock.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta