Londra 2012, riparte la corsa all'oro

La cerimonia dell'alzabandiera russo a Londra durante i Giochi Paraolimpici 2012 (Foto: Ria Novosti)

La cerimonia dell'alzabandiera russo a Londra durante i Giochi Paraolimpici 2012 (Foto: Ria Novosti)

Ai nastri di partenza le Paraolimpiadi, in programma fino al 9 settembre 2012. Grande attesa per gli atleti russi che gareggeranno in 12 discipline

Al via il 29 agosto 2012 le Paraolimpiadi estive di Londra, che si concluderanno il 9 settembre2012. Gli atleti paraolimpici russi gareggiano in 12 discipline sportive. A difendere l'onore del nostro Paese, ci sono i rappresentanti di tutte le maggiori società russe, compresa la Rfso "Lokomotiv" (che riunisce tutti i club sportivi delle imprese ferroviarie russe).

I "ferrovieri" in partenza per le Paralimpiadi hanno da chi prendere esempio proprio tra compagni di squadra. Colui che, tra gli atleti della Rfso "Lokomotiv", ha brillato più di tutti nei Giochi della XXX Olimpiade di Londra è l’alzatore della squadra di pallavolo maschile russa, Aleksandr Butko, che si è portato a casa una medaglia d’oro, conquistata dopo la vittoria nella drammatica finale contro il Brasile.

Un corrispondente di Rossiyskaya Gazeta ha intervistato Ilja Vdovin, direttore esecutivo della Rfso Lokomotiv.

Signor Vdovin, che cosa ne pensa dei risultati ottenuti dagli atleti della Rfso "Lokomotiv" alle Olimpiadi di Londra?
Non saprei. Da un lato, avremmo voluto portarci a casa più successi, ma dall'altro abbiamo anche degli atleti che sono soddisfatti dei loro risultati. In primis, Marina Belikova, che, alla sua prima apparizione ai Giochi nella disciplina del tiro a volo, è stata per tutta la gara vicina alla medaglia d’argento, ma alla fine non è riuscita a salire sul podio, dovendosi accontentare del quarto posto, dopo essere stata battuta dalla collega slovacca nello shoot-off. La performance di Marina mi ha regalato, personalmente, delle emozioni positive. Penso che la giovane abbia un grande futuro davanti a sé. Un altro fantastico atleta di queste Olimpiadi è stato il pugile della Ferrovia dell’Estremo Oriente, Andrej Zamkovoj, che ha vinto la medaglia di bronzo nei 69 kg. E poi, naturalmente, il successo più grande è stato ottenuto da Aleksandr Butko, che è stato uno dei giocatori chiave della squadra russa di pallavolo. Credo che la spettacolare finale Russia-Brasile ce la ricorderemo per molti anni. Quindi, le mie impressioni sulle Olimpiadi sono sostanzialmente positive. Ovviamente cercheremo di trarre le giuste conclusioni per far sì che in futuro sia sempre maggiore il numero di atleti della "Lokomotiv" a essere premiato ai Giochi.

La società ha intenzione di organizzare un evento in onore degli atleti che hanno brillato alle Olimpiadi di Londra?
Certamente. Abbiamo intenzione di festeggiare non appena ritornerà dalle vacanze il presidente delle Ferrovie Russe, Vladimir Jakunin. Inviteremo tutti gli atleti olimpici di Rfso "Lokomotiv". Non voglio rivelare in anticipo i dettagli e i segreti dell’evento, ma posso solo dire che gli atleti verranno premiati dalle autorità russe e riceveranno una serie di altri riconoscimenti.

Chi sono gli atleti paralimpici della Rfso "Lokomotiv” che gareggeranno alle Paralimpiadi di Londra?
Si tratta del pluricampione d’Europa, Evgenij Kegelev, atleta specializzato nel salto triplo nella categoria non vedenti, e la due volte campionessa paralimpica di powerlifting, Tamara Podpalnaja, che gareggia nella categoria "atleti con lesioni dell’apparato muscolo-scheletrico". La Podpalnaja si è aggiudicata l’oro alle Olimpiadi di Sidney del 2000 e a quelle di Atene del 2004, e quattro anni fa, ai Giochi Olimpici di Pechino, si è portata a casa la medaglia d’argento.

La sua società offre programmi sportivi per persone con disabilità fisiche?
Cerchiamo in tutti i modi di sostenere i tornei dedicati alle persone disabili. Le Ferrovie Russe, ad esempio, forniscono assistenza finanziaria ai tradizionali campionati "Zolotoj Zajac" di braccio di ferro, body building e sollevamento pesi. Al momento stiamo valutando la possibilità di creare una squadra di braccio di ferro tutta nostra, composta dai dipendenti delle Ferrovie Russe, rimasti feriti o invalidi sul posto di lavoro.

Il mese di settembre segna l’inizio della stagione sportiva per gli sport di squadra. Quali tornei sotto l’egida della Rfso ”Lokomotiv" consiglia di tenere d’occhio?
Sicuramente il "Lokovolej", organizzato dalla nostra società in collaborazione con le Ferrovie Siberiano-Occidentali e il club pallavolistico “Lokomotiv" (Novosibirsk). Il torneo è alla sua terza edizione e vanta una geografia vasta e uno status internazionale. Poi c’è la Coppa di pallavolo del Presidente delle Ferrovie Russe, le tradizionali Spartachìadi dei veterani del trasporto ferroviario e la nuova stagione di basket "Shkolnaja liga", in cui gareggiano le squadre giovanili provenienti da quasi tutte le regioni della Russia meridionale. 

Per leggere l'articolo in versione originale cliccare qui 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta