Il volley piange Ovchinnikov

Lutto nel mondo della pallavolo russa: a soli 44 anni si è spento l'allenatore della Nazionale femminile, che aveva portato la squadra a Londra in occasione delle ultime Olimpiadi

Era appena tornato da Londra. Dove le sue ragazze hanno lottato ai Giochi con i denti, rimediando un quinto posto. È morto a soli 44 anni Sergei Ovchinnikov, allenatore della Nazionale femminile di pallavolo russa e della “Dinamo” di Mosca.

La notizia è stata riferita dall’agenzia R-Sport e ripresa da tutti i giornali russi. “Per il momento non abbiamo molte informazioni. Posso solo confermare la morte di Ovchinnikov – ha dichiarato il direttore generale della Federazione russa di pallavolo, Aleksandr Yaremenko -. Quanto accaduto mi è stato riferito al telefono dal club Dinamo”.

Ovchinnikov iniziò la sua carriera da allenatore nel 1998, entrando nello staff della squadra Neftyanka di Yaroslavl. Il primo, grande successo arrivò con le ragazze dell’Omichka, che vinsero la medaglia di bronzo nella Coppa di Russia nel 2009. Nell’ottobre 2011 la nomina di capo allenatore nella Nazionale femminile della Federazione, che ha accompagnato anche alle ultime Olimpiadi di Londra. Ai Giochi la squadra russa è stata battuta ai quarti di finale dal Brasile (2-3). 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta