Test per i nuovi aerei civili russi

Se l'Ecojet Fregata, il nuovo modello di aerei passeggeri russi, andrà a buon fine, l'industria aeronautica del Paese si sentirà più forte sul mercato degli aeromobili civili come avviene nel settore dell'aviazione militare (Fonte: JSC "Russian Avia

Se l'Ecojet Fregata, il nuovo modello di aerei passeggeri russi, andrà a buon fine, l'industria aeronautica del Paese si sentirà più forte sul mercato degli aeromobili civili come avviene nel settore dell'aviazione militare (Fonte: JSC "Russian Avia

L'Ecojet Fregata potrebbe rivelarsi una svolta nel mercato dell'aviazione, con la forma allungata del corpo e il costo passeggero-chilometro del 25-30 per cento in meno rispetto alle tariffe attuali

La Russia ha avviato la sperimentazione di un nuovo aereo passeggeri. L'Ecojet Fregata ha già superato 55 cicli di test nella galleria del vento presso l'Istituto Centrale Aeroidrodinamico, nei pressi di Mosca.

L'Ecojet rappresenta una nuova generazione di aerei passeggeri di grandi dimensioni, con un'autonomia fino a 4.500 chilometri, il che significa che sarà utilizzato per voli a corto e medio raggio. Statisticamente, i percorsi più brevi di 3.500 chilometri coprono circa l'80 per cento del traffico passeggeri in Russia.

Caratteristica dell'Ecojet è la forma ovale del corpo, ben lontana dalla tradizionale forma tonda degli aerei passeggeri. Secondo gli ingegneri dell'Ecojet presso il Consorzio dell'Aviazione russa, questa forma è l'ideale per un aereo adibito al trasporto del maggior numero possibile di passeggeri, pur rimanendo relativamente piccola. 

La versione base dell'aereo, con un peso al decollo di 129 tonnellate, è in grado di ospitare 302 passeggeri. Ha una portata di 3.500 chilometri e una velocità di crociera di Mach 0.8. La sua qualità aerodinamica è pari a 17,5 e il consumo specifico di carburante a 15 grammi / passeggeri-km.

Iata Aviation Consulting Services stima la domanda potenziale di mercato per l'Ecojet a 650 unità fino al 2030. I test nella galleria del vento hanno mostrato che le nuove ali hanno avuto successo, ma nuovi test saranno condotti presso l'Istituto Centrale di Aeroidrodinamica per identificare le caratteristiche di decollo e atterraggio del velivolo. 

Il corpo ellittico modifica l'aerodinamica dell'aereo e le sue caratteristiche economiche. I creatori dell'Ecojet credono che il costo passeggero-chilometro possa essere ridotto del 25-30 per cento rispetto alle tariffe attuali. La forma del corpo rende l'aereo più piccolo e leggero rispetto ai concorrenti attuali: l'Ecojet Fregata sarà il 30 per cento più corto e 80 tonnellate più leggero dell'Airbus A-300.

I dati reali possono rivelarsi ancora più impressionante grazie all'uso di materiali compositi. Il nuovo aereo è stato spesso paragonato a Il-86 e A-300, il modello di Airbus che una volta ha segnato un importante passo avanti per l'industria aeronautica europea, gettando il guanto della sfida all'americana Boeing. Per quanto riguarda gli Il-86, la Russia ne ha prodotti solo 111 unità e gli esperti sostengono che il modello ha ancora una gran parte inutilizzata, soprattutto a causa della modernizzazione interrotta e gli sforzi di aggiornamento.

Ma né l'Il-86 né la A-300 sono attualmente prodotto in serie. Gli analisti concordano sul fatto che se i test su Ecojet andranno a buon fine, l'industria aeronautica russa si sentirà più forte sul mercato degli aeromobili civili come avviene nel settore dell'aviazione militare. 

Per leggere l'articolo originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta