WindJet appieda mille russi

Anche negli scali russi sono stati registrati disagi per la cancellazione dei voli WindJet (Foto: Ria Novosti)

Anche negli scali russi sono stati registrati disagi per la cancellazione dei voli WindJet (Foto: Ria Novosti)

Il fallimento della compagnia aerea italiana ha coinvolto anche i cittadini della Federazione; tra loro, 150 bloccati a Catania, un'ottantina a Bergamo. E gli italiani a Mosca sborsano 250 euro in più per tornare in patria - AGGIORNAMENTI AL 16.08.12

La sospensione dell'attività in tutti gli scali della compagnia aerea italiana Wind Jet ha appiedato anche i russi in partenza per l'Italia o pronti a lasciare il Belpaese, oltre agli italiani di Russia.

"Il fallimento di Wind Jet coinvolge più di mille russi che tentano di rientrare nel Paese dall'Italia", ha dichiarato a Ria Novosti il capo servizio stampa dell'Unione russa del Turismo Irina Tyurina. Centocinquanta russi in partenza per Mosca sono bloccati a Catania, alloggiati in albergo, in attesa di poter partire con un'altra compagnia, probabilmente "Rossiya", come specifica la Tyurina, "con costi addebitati ai tour operator". I russi che da Catania volevano raggiungere San Pietroburgo con la low cost fallita sono intanto riuciti a imbarcarsi su altri voli.

La compagnia aerea siciliana ha interrotto l'attività in tutti gli scali a partire dalla mezzanotte del 12 agosto 2012 (le ore 2 di Mosca). Ed è subito stato panico per chi si è presentato in aeroporto per poter rientrare in Russia o chi voleva andare in vacanza in Italia e si è ritrovato in mano un biglietto aereo che si era trasformato in carta straccia. Ottanta i russi bloccati a Orio al Serio (Bergamo), con i voli per Mosca e San Pietroburgo spariti all'improvviso. Russi appiedati anche a Palermo e Torino.

Come riportato da Rossiyskaya Gazeta, l'Agenzia federale russa per il Trasporto aereo non può intervenire nella situazione in cui è coinvolto un vettore straniero, mentre si calcola che i tour operator russi che lavorano in Italia subiranno perdite per svariati milioni di dollari a causa dell'interruzione dei voli da parte di WindJet. A lanciare l'allarme, attraverso Interfax, il ceo dell'Associazione dei tour operator della Russia (Ator) Maia Lomidze: "Per quanto ne sappiamo, questa settimana di ferragosto dovevano essere effettuati 25 voli da Mosca, Rostov, San Pietroburgo e Samara per Pisa, Rimini, Verona e altre città italiane - ha aggiunto Lomidze -, circa tremila turisti alla settimana. E sono stati venduti biglietti sino alla fine di settembre".

Mentre i tour operator russi cercano di trovare una soluzione negoziando nell'immediato con la compagnia aerea "Rossiya" per voli supplementari, l'agenzia Ansa riporta la testimonianza di un italiano, la cui famiglia è rimasta bloccata in aeroporto a Mosca. "Duecentocinquanta euro pagati anche per una bambina di un anno, per tornare in Italia con Alitalia", racconta Antonio De Bari, imprenditore pugliese residente a Massa Carrara, che in tutto ha sborsato mille euro (gettati alle ortiche i biglietti WindJet) per far rientrare moglie, suocera e due figlie, di uno e quattro anni, da una vacanza a Mosca. "Non mi è restata altra scelta - conclude - che tirare fuori la carta di credito e acquistare i quattro biglietti".

Commenti infuocati anche sui social network, dove russi e italiani, in partenza ma senza più volo, si scambiano consigli, anche se, purtroppo, per chi ha urgenza di volare non resta che "lustrare la carta di credito", come scrive Davide sul gruppo Facebook Italiani a Mosca.

AGGIORNAMENTI AL 14 AGOSTO 2012

L'Ambasciata della Federazione Russa nella Repubblica Italiana offre informazioni ai cittadini russi (Cliccare qui)

L'Enac, l'Ente Nazionale dell'Aviazione Civile, pubblica la lista dei voli sostitutivi fino al 31 agosto 2012 (Cliccare qui)

AGGIORNAMENTI AL 16 AGOSTO 2012

L'Enac ha pubblicato la lista dei voli sostitutivi fino al 3 settembre 2012 (Cliccare qui) 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta