La Russia in aiuto dell'Iran

Il Presidente Putin ha promesso fondi a Teheran per la ricostruzione delle zone colpite dalla doppia scossa di terremoto dell'11 agosto 2012

La Russia è pronta ad aiutare l'Iran colpito dal terremoto sabato 11 agosto 2012. Si legge nel telegramma di cordoglio inviato dal Presidente Vladimir Putin al presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad.

Secondo le cifre ufficiali, a seguito delle due scosse sismiche di magnitudo 6,4 che hanno sconvolto il Nord-Ovest dell'Iran, sono rimaste uccise 227 persone, 1.380 ferite. Come invece riporta l'agenzia di stampa iraniana Isna il numero delle vittime del disastro è salito a 300, mentre i feriti sono circa duemila.

L'ultimo bilancio fornito dalle autorità iraniane parla di 306 morti, in maggioranza donne e bambini, e 3.037 feriti. Il responsabile della cellula di crisi del Ministero dell'Interno ha reso noto che 115 villaggi sono stati praticamente distrutti, quasi 5.000 le case danneggiate. Il governo di Teheran, intanto, ha stanziato fondi per la ricostruzione anche in vista dell'inverno, che nella regione è molto rigido (Fonte: Ansa).

Per leggere l'articolo originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta