Vladivostok, aperto il ponte sospeso

Dopo l'inaugurazione ufficiale con il primo ministro russo Dmitri Medvedev, le auto hanno iniziato a circolare sul colosso che unisce il continente all'isola Russky, realizzato in previsione del vertice Apec

La cerimonia di inaugurazione, avvenuta a luglio 2012, alla presenza del primo ministro russo Dmitri Medvedev (Fonte: Ria Novosti)


È stato aperto finalmente al traffico il maestoso ponte sospeso su Vladivostok. Inaugurato ufficialmente a inizio luglio dal primo ministro russo Dmitri Medvedev, che ho la definito "il biglietto da visita della città", il 1° agosto 2012 il cavalcavia, realizzato in previsione del vertice Apec (Cooperazione economica nell'area asiatico-pacifica) ha accolto i primi automobilisti.

Alta 70 metri, per una lunghezza di oltre un chilometro, l’opera, che collega la parte continentale di Vladivostok all’isola Russky, rientra nella classifica dei ponti più grandi del mondo.

Così come ha spiegato un portavoce dell’amministrazione della regione di Primorsky, sul ponte ora è consentito l’accesso a qualsiasi mezzo di trasporto. "L'opera non è stata realizzata per il summit. Ma per voi - aveva dichiarato Medvedev alla popolazione durante il taglio del nastro -. L'Apec si è rivelato solamente il pretesto per mettere in piedi questa opera colossale".

Il vertice, per il quale la Russia ha speso quasi cinque volte tanto la somma prevista, si svolgerà l’8 e il 9 settembre 2012 a Vladivostok.

 

Nel video, i lavori di costruzione del ponte che unisce il continente all'isola Russky

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta