Viaggi, la Russia prende il volo

La Federazione è in vetta alla classifica dei Paesi Bric per quanto riguarda le visite all'estero: negli ultimi cinque anni oltre confine si sono registrati più di 23 milioni di russi

Valigia pronta e biglietto in mano. Tra i cittadini dei Paesi Bric, sono i russi a viaggiare più spesso all’estero. Molto più di Cina, India e Brasile, nonostante la Federazione risulti il Paese Bric con il minor numero di abitanti.

La fotografia arriva da uno studio elaborato dal World Travel Monitor per conto di Itb Berlin, che ha cercato di analizzare l’andamento dei viaggi all’estero negli ultimi cinque anni. Dalla ricerca, emerge che è la Russia a varcare più spesso i confini nazionali: se fino al 2007 erano andati all’estero 15,9 milioni di russi (e 13 milioni di cinesi), oggi se ne contano 23,8 milioni (18,3 milioni di cinesi): 1,3 volte più dei cinesi, 3,4 volte più degli indiani e 4,6 volte più dei brasiliani.

Un aumento, quello dei turisti della Federazione, che sfiora il 50 per cento.

Nella classifica dei Paesi Bric, India e Brasile si posizionano nettamente più in basso, rispettivamente con 7 milioni e 5,2 milioni di viaggiatori. Dati comunque in ascesa, visto che registrano un +30 per cento per l’India e un +85 per cento per il Brasile.

“Queste cifre, soprattutto quelle relative alla Russia, offrono prospettive molto promettenti per l’industria turistica dei Paesi ospitanti – ha detto Martin Buck, direttore del Centro competenze per Viaggi e Logistica di Messe Berlin –. I numeri mostrano che quei Paesi non stanno recuperando terreno solo sul piano economico, ma anche nel settore dei viaggi all’estero. Un processo che è sicuramente destinato a continuare”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta