Una città di gloria e di mare

Novorossijsk, gemellata con Livorno, rappresenta il posto ideale dove trascorrere un'estate di sole e spiaggia, storia e cultura

Separata dalla Crimea da pochi chilometri di mare, Novorossijsk è una città della Russia meridionale del territorio di Krasnodar. Principale porto russo sul Mar Nero, è famosa anche per essere una delle poche città insignita del titolo di “Città eroina” (gorod-geroy), un titolo onorario conferito a dodici luoghi e a una città-fortezza dell’Unione Sovietica, distintisi per il loro eroismo durante la Grande Guerra Patriottica del 1941-1945. Novorossijsk, infatti, fu un importante caposaldo contro l’offensiva tedesca nell’estate del 1942, impedendo ai nazisti di usare il porto per i rifornimenti.

L’essere città-eroina e portuale è percepibile in ogni angolo di Novorossijsk: nei nomi delle strade e delle piazze, che rievocano battaglie e vittorie della Guerra Patriottica e del periodo sovietico, nei monumenti ai marinai del Mar Nero, nella presenza dell’incrociatore Kutuzov ormeggiato al porto o, ancora, nel suggestivo parco con il monumento dedicati ai soldati caduti nella Seconda Guerra Mondiale.

Proprio l’incrociatore Kutuzov accoglie i visitatori appena giunti al porto ed è qui che inizia la nostra visita alla città. La “Mikhail Kutuzov” è un’imponente nave da guerra della classe Sverdlov (Proekt 68 Bis) varata nel 1951 e in servizio dal 1954 con la Flotta del Mar Nero; in disarmo dalla metà degli anni ’90 nel porto di Sebastopoli, fu poi spostata a Novorossijsk dove dal 2002 è diventata un museo aperto al pubblico.

Il porto di Novorossijk non è soltanto mercantile, vi attraccano anche le navi passeggeri e per i numerosi turisti vengono organizzate escursioni in battello per ammirare la città dal mare. Il lungomare di Novorossijsk è molto esteso e vi si trovano anche numerose spiagge e stabilimenti balneari. Il lungomare della città si conclude con la cosiddetta “Malaja zemlja”, la piccola terra, un’area di grande valore storico in quando sede della resistenza durata 225 giorni per impedire l’accesso in città ai tedeschi.

Spostandosi dalla zona del lungomare verso l’interno si incontrano diversi parchi dato che Novorossijsk ha anche il pregio di avere molti punti verdi; oltre al parco dedicato ai soldati caduti in guerra, è da segnalare il parco Pushkin nel quale si trova il monumento in onore del grande poeta russo.

Per quanto riguarda i musei, da non perdere il Museo Storico Nazionale di Novorossijsk, uno dei più grandi del Sud della Russia, dedicato alla storia della città e alla Seconda Guerra Mondiale, e la casa museo Nikolaj Ostrovskij, dove lo scrittore visse due anni. Irrunciabile è anche una visita al  planetario “Gagarin”, aperto nel 1961 per iniziativa del sindaco di Novorossijsk e grazie al quale i visitatori possono scoprire la struttura del sistema solare, la posizione dei pianeti e le leggende legate alle stelle e alle costellazioni.

Città-eroina, città portuale e località balneare, tutto questo è Novorossijk, una meta da scoprire per i turisti italiani alla ricerca delle bellezze meno conosciute della Russia. Ma con una chicca in più: dal 1967 Novorossijsk è gemellata con Livorno.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta