A Mosca tornano le proteste

In piazza Pushkinskaya centinaia di manifestanti si sono riuniti per chiedere il rilascio delle persone fermate durante la "Marcia dei milioni"

Si sono riuniti in un comitato (Comitato del 6 maggio) e sono scesi in piazza, ancora una volta, per manifestare a favore del rilascio delle persone (16, secondo fonti non ufficiali) fermate dalla polizia durante la “Marcia dei milioni”, avvenuta nella primavera 2012 in piazza Bolotnaya della capitale russa.

Sarebbero 1.500, secondo gli organizzatori, i manifestanti riunitisi il 26 luglio 2012, alle 17 (ore italiana) in piazza Pushkinskaya a Mosca, per rivendicare la libertà degli arrestati.

A guidare il corteo, alcuni esponenti dell’opposizione come Ilia Ponomarev, Ilia Yashin, Sergei Udaltsov e Irina Yashina. Sotto il cielo uggioso della capitale russa, sono spuntati anche alcuni cartelli a sostegno delle Pussy Riot, il gruppo punk russo, arrestato dopo la performance nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca, definita “blasfema” dalle autorità religiose. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta