I Red Hot per le Pussy Riot

Vladimir Astapkovich / Ria Novosti

Vladimir Astapkovich / Ria Novosti

A Mosca per un concerto allo stadio Luzhniki, il cantante del gruppo rock statunitense Red Hot Chili Peppers, Anthony Kiedis, indossa una t-shirt con la scritta “Pussy Riot” in segno di solidarietà con la band femminista russa

A Mosca per un concerto allo stadio Luzhniki, il cantante del gruppo rock statunitense Red Hot Chili Peppers, Anthony Kiedis, indossa una t-shirt con la scritta “Pussy Riot” in segno di solidarietà con la band femminista russa

Foto: Vladimir Astapkovich / Ria Novosti

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta