Siria, la Russia pone il veto

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu (Foto: Reuters/Vostock Photo)

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu (Foto: Reuters/Vostock Photo)

Al Consiglio di Sicurezza dell'Onu la Federazione, insieme alla Cina, ha votato contro alla bozza di risoluzione preparata dai Paesi occidentali per risolvere la crisi a Damasco

Nel corso della riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu del 19 luglio 2012 Russia e Cina hanno posto il veto sulla nuova proposta di risoluzione sulla Siria. Undici i voti a favore, due astenuti.

 

In precedenza era stato reso noto che il Consiglio di Sicurezza non ha raggiunto il compromesso sul documento che mira a porre fine alle violenze in Siria. Pochi minuti prima del voto il rappresentante permanente della Russia all’Onu Vitaly Churkin ha detto ai giornalisti che, se si dovesse vedere una risoluzione interessante oggi, riguarderebbe Cipro, e non la Siria.

 

Il progetto russo di risoluzione sulla Siria prevede il prolungamento per altri tre mesi del mandato degli osservatori internazionali, mentre l’Occidente vorrebbe passare alle sanzioni per Damasco.

 

Nel frattempo la situazione in Siria continua ad essere particolarmente tesa, nonostante l’intervento degli osservatori internazionali. La comunità internazionale non è infatti riuscita a fermare le violenze, così come dimostrato i massacri a Hula e Tremseh.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta