Mosca scommette sul turismo

Una turista in Piazza Rossa a Mosca (Foto: PhotoXPress)

Una turista in Piazza Rossa a Mosca (Foto: PhotoXPress)

La Piazza Rossa si prepara ad ospitare un centro informazioni dove verranno fornite mappe della città e notizie utili. Stanziati 220mila euro per la promozione

Aprirà i battenti nel Museo Statale di Storia in Piazza Rossa a Mosca il primo centro di informazioni turistiche della capitale russa: segno del (lento) sviluppo della città verso il proprio futuro. Un centro che offrirà ai visitatori informazioni utili sugli orari dei musei, sulle previsioni meteorologiche o sugli indirizzi di bar e ristoranti, aiutando inoltre a prendere contatto più facilmente con i servizi di emergenza in caso di necessità.

“Questo Centro porterà Mosca allo stesso livello degli standard europei in materia di turismo”, ha detto Maya Lomidze, direttrice generale dell’Associazione Russa degli Operatori Turistici. “Le capitali europee da sempre fanno fronte a questo tipo di necessità. Tranne la nostra”.

Secondo Maya Lomidze, anche San Pietroburgo e Nizhny Novgorod, insieme a molte altre città della Federazione, dispongono già di questi centri, che funzionano grazie a volontari o all’aiuto di imprese locali.

Vantaggi incerti

Non si capisce però come questo centro possa facilitare le visite ai turisti in viaggio a Mosca: “Ci sono ancora molti obiettivi da raggiungere – ha spiegato -. Bisogna assolutamente iniziare a distribuire del materiale informativo gratuito nei luoghi maggiormente frequentati, come gli aeroporti, le stazioni metropolitane, le ferrovie, proprio come avviene in tutte le altre capitali. A Parigi, Madrid o a Londra si possono trovare queste informazioni tradotte in diverse lingue”.

Secondo quanto si apprende dagli operatori turistici, è comunque poca la gente che decide di visitare Mosca da sola: la maggior parte dei turisti arriva con gruppi organizzati, per timore di incappare in qualche difficoltà. “I cartelli sono il linguaggio della città”, ha aggiunto Lomidze. Ma, nonostante la comparsa nel 2011 di indicazioni in inglese in alcuni luoghi della capitale, le indicazioni nella metropolitana non sono mai state tradotte.

Budget limitati

Secondo quanto riportato dal sito del Governo, nella sezione dedicata agli appalti pubblici il budget del progetto è pari a 9,1 milioni di rubli (circa 223mila euro). “Non è molto se teniamo in considerazione anche l’affitto, il materiale informativo e il personale”, ha spiegato Maya Lomidze. “Utilizzando bene questi fondi però si potrebbero aprire più centri”, ha aggiunto, sottolineando l’importanza di tale progetto.

Nel 2012 le autorità locali hanno speso 350 milioni di rubli (circa 8,6 milioni di euro) per sviluppare il turismo nella capitale russa, 100 milioni di rubli in più rispetto al 2011. Secondo il responsabile della commissione turismo, entro il 2012 saranno stampate oltre 500mila piantine della città e materiale promozionale, disponibile in otto diverse lingue.  

Per leggere l'articolo originale, clicca qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta