Cieli russi sicuri con tecnologia italiana

Russia e Italia investono sugli aerei da difesa (Foto: Reuters / Vostock Photo)

Russia e Italia investono sugli aerei da difesa (Foto: Reuters / Vostock Photo)

Al Farnborough Airshow di Londra, Finmeccanica ha siglato nuovi accordi con la Russia per investire su elicotteri e mezzi aerei da difesa

Russia e Italia fanno affari a Londra. Durante il Farnborough Airshow, la fiera aerospaziale internazionale svoltasi nella capitale inglese, l'agenzia russa per la difesa e l'esportazione Jsc Rosoboronexport e le industrie di Finmeccanica Selex Elsag, Selex Galileo e Wass hanno siglato tre accordi in materia di cooperazione, per realizzare nuovi velivoli utili per la sorveglianza e il controllo dei confini marittimi e terrestri, da proporre ad altri Paesi.

Ai contratti, firmati dal vice direttore generale di Rosoboronexport, Aleksandr Mikheev, dal direttore generale di Selex Elsag, Paolo Piccini, dall’amministratore delegato di Selex Galileo, Fabrizio Giulianini, e dall’ad di Wass, Renzo Lunardi, fanno seguito gli affari portati avanti dalla holding italiana in materia di elicotteri e aerei regionali. Finmeccanica ha infatti annunciato un accordo fra la controllata Agusta Westland e Russian Helicopter per creare un elicottero da 2,5 tonnellate a motore singolo, pensato per il mercato mondiale.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti – ha dichiarato Paolo Piccini -, in quanto ci permettono di rafforzare la nostra presenza sul mercato internazionale, dove Rosoboronexport già ricopre un ruolo importante”.

Entusiasmo è stato espresso anche da Fabrizio Giulianini, amministratore delegato di Selex Galileo, che si è complimentato per il lavoro portato a termine, definendo l’accordo “una grande opportunità per i nuovi acquirenti”.

Un accordo, quello di Finmeccanica, che potrebbe risultare utile per far fronte al calo di investimenti da parte delle potenze occidentali. Un tema che si è rivelato al centro dei colloqui anche del ministro italiano dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera, il 10 e l'11 luglio 2012 in visita a Mosca: insieme ai colleghi russi, il ministro ha infatti parlato di cooperazione e accordi industriali.

“La Russia è un Paese dalle grandi possibilità, ma va fatto sistema per poterle sfruttare – ha detto Passera -. In questo senso il governo italiano ha intenzione di supportare al massimo le aziende nella Federazione".

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta