Calcio, braccio di ferro tra Lippi e Capello

Marcello Lippi (Foto: AP)

Marcello Lippi (Foto: AP)

Sono loro i due italiani in corsa per la panchina della Nazionale russa, inseriti nella lista ufficiale dei tredici candidati della Federcalcio, sulla quale appaiono anche i nomi degli spagnoli Guardiola e Benitez

Dopo i rumors che volevano Fabio Capello alla guida della Nazionale russa, il tecnico goriziano dovrà ora giocarsela con il collega Marcello Lippi: sono questi infatti i nomi italiani in lizza per la panchina della squadra orfana di Dick Advocaat, uscita a testa bassa dagli Europei di Polonia e Ucraina, e intenzionata a rialzarsi dopo la pesante batosta, approfittando quindi del passaggio di testimone da un tecnico all’altro. Senza dimenticare il nuovo, grande obiettivo: i Mondiali del 2018, che si giocheranno nella terra degli Zar, e sui quali il governo russo sta investendo milioni di rubli.

Dopo giorni di attesa, il 10 luglio 2012 sul sito della Federcalcio russa è stato pubblicato l’elenco ufficiale dei candidati alla carica di allenatore. Tredici nomi, che spaziano dai grandi del calcio internazionale, alle stelle del firmamento del pallone russo.

Oltre a Fabio Capello (che a inizio 2012 si era conteso la panchina dell’Anzhi, assegnata poi all’olandese Hiddink), e Marcello Lippi, forte della Coppa del mondo alzata in Germania nel 2006 e ora alla guida del club cinese Guangzhou, a contendersi l’incarico saranno gli spagnoli Pep Guardiola, puntato dai russi già nei mesi scorsi, e Rafael Benitez, l’argentino Marcelo Bielsa e l’inglese Henry Redknapp.

Sul fronte russo si affacciano invece Anatoli Byshovets, Valery Gazzaev, Andrei Kobelev, Yuri Krasnozhan, Valery Nepomnyashi, Nikolai Pisarev e Yuri Semin.

Fuori dai giochi invece Roberto Mancini, fino a poco tempo fa inserito nella rosa dei favoriti, rimasto sotto i riflettori per un presunto contratto milionario siglato con il presidente della Federcalcio russa Sergei Fursenko. Una possibilità sfumata però dopo la firma del prolungamento dell’accordo con il Manchester City, al quale si è legato fino al 2017.   

Il nome del neo allenatore sarà reso noto solamente tra il 15 e il 16 luglio 2012.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta