I moscoviti investono nel mattone

Foto: Itar-Tass

Foto: Itar-Tass

Il clima di instabilità favorisce gli investimenti immobiliari e gli appartamenti di lusso vanno a ruba

A Mosca gli appartamenti di lusso stanno andando a ruba. Secondo gli esperti, molti acquirenti hanno rimandato il momento dell’acquisto a dopo le elezioni – ma alla loro decisione ha contribuito anche l’instabilità del rublo.

I moscoviti hanno iniziato ad acquistare proprietà immobiliari di lusso a ritmo sostenuto: solo nel mese di maggio 2012, infatti, hanno investito complessivamente più di novanta milioni di dollari; ovvero, secondo le stime dello studio di consulenze Knight Frank, il doppio rispetto al maggio 2012\1.

Particolare successo hanno le cosiddette “club house” (una casa di lusso costruita o ricostruita su un progetto esclusivo, in una prestigiosa zona, con finiture costose, ndr), come il complesso residenziale di Ulitsa Burdenko, più noto come “Skuratov House”.

Secondo Ekaterina Teyn, della Chesterton Partner, la richiesta di appartamenti di lusso è talmente alta da far prevedere l’esaurimento della loro disponibilità sul mercato. “Stiamo assistendo a un picco nella domanda -, afferma. - Alla fine del 2011 il mercato immobiliare di fascia alta aveva subito un certo rallentamento perché molti avevano deciso di rimandare l’acquisto di una casa a dopo le elezioni. Poi a marzo 2012, a votazioni concluse, gli acquirenti hanno iniziato a cercare e a maggio 2012 si sono registrati i primi rogiti”.

“Ma anche l’instabilità del rublo – aggiunge Teyn - contribuisce a rendere il mercato così vivace: quando la valuta locale ha iniziato a perdere rapidamente terreno, molti hanno deciso di reagire. Il clima di insicurezza – non è chiaro se ci sarà o meno una crisi – ha favorito gli investimenti nel mattone”.

Gli appartamenti venduti hanno un costo medio di tre milioni di dollari, e gli acquisti più significativi hanno interessato il complesso residenziale Barkli Virgin House, dove il prezzo di un appartamento poteva superare gli otto milioni di dollari.

Benché gli analisti facciano notare che a maggio 2012 il prezzo degli appartamenti di lusso sia sceso di circa l’uno per cento, Elena Yurgeneva, che dirige il reparto dell’immobiliare di lusso della Knight Frank, spiega che tale dato è una semplice illusione. “In alcuni casi, la diminuzione dei prezzi emersa dalle ricerche è dovuta soprattutto al forte aumento del dollaro Usa. Per molti complessi residenziali di nuova costruzione, il prezzo era stato fissato in rubli, e per questo il calo medio dei prezzi che è stato notato alla fine del mese non risponde del tutto alla realtà dei fatti. Il mercato sta vivendo un momento positivo, accompagnato da un forte interesse da parte degli acquirenti. La tendenza riguarda però un’ampia fascia del mercato immobiliare; basti pensare che gli appartamenti in vendita a Burdenko 3 vanno da circa 14.700 a 30.000 dollari”, conclude Yurgeneva.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta