Astaldi in Russia per un'autostrada

Il gruppo italiano ha firmato un contratto per realizzare a San Pietroburgo un anello di raccordo: un'opera del valore di oltre due miliardi di euro

Sarà il gruppo Astaldi, in joint venture con la società di costruzione turca IC Ictas, a realizzare il nuovo anello autostradale di San Pietroburgo. La commessa, del valore di 2,2 miliardi di euro, risulta tra i contratti più significativi firmati in Russia, e getta le basi per un’opera di rilevanza strategica per il sistema di trasporti nella Venezia del Nord.


Così come si legge nel comunicato diffuso dal gruppo, “il contratto di costruzione assegnato alla Astaldi prevede la progettazione e l’esecuzione  di tutte le opere necessarie alla realizzazione di 12 chilometri, corrispondenti alla tratta tecnicamente più complessa del collegamento, per la chiusura dell’anello sul fronte mare”. I lavori dovrebbero iniziare a ottobre 2012, per una durata complessiva di 36 mesi.

Ad ogni modo non si tratta del primo intervento realizzato nella Federazione: il gruppo è attivo da circa un anno a San Pietroburgo, dove sta lavorando alla costruzione del nuovo terminal internazionale dell’aeroporto Pulkovo. Un progetto del valore di 700 milioni di euro, che dovrebbe essere portato a termine nei prossimi due anni. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta