L'Afghanistan torna in primo piano

Foto: AP

Foto: AP

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov in visita a Kabul per partecipare alla conferenza internazionale sul futuro del Paese

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov si trova in visita a Kabul per partecipare alla Conferenza internazionale sull'Afghanistan, in programma il 14 giugno 2012.

Per Lavrov, "le questioni fondamentali da discutere nel corso della conferenza sono il trasferimento di responsabilità per la sicurezza in Afghanistan, il processo di riconciliazione nazionale, la lotta contro il terrorismo e la criminalità legata alla droga, i rifugiati, la cooperazione economica, le misure di fiducia nella regione in vari campi".

La Russia sta estendendo la sua cooperazione con l'Afghanistan; Mosca ha accolto con favore la concessione all'Afghanistan dello status di Stato osservatore dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shangai (Sco).

Inoltre la Federazione sta prendendo parte a una serie di progetti comuni con l'Afghanistan per potenziare le forniture petrolifere. "La Russia è disposta a partecipare a tali progetti regionali come la costruzione del gasdotto Tapi (Turkmenistan - Afghanistan - Pakistan - India)", dichiarano dal Ministero.


La Conferenza internazionale sull'Afghanistan a Kabul è il seguito dell'incontro regionale di Istanbul, che si è tenuto a novembre 2011, al quale parteciparono venti Paesi. In quella occasione le parti convennero di fornire assistenza a Kabul per ripristinare il sistema sanitario e combattere il traffico di droga, il radicalismo islamico e il terrorismo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta