Errani-Sharapova, Davide vs Golia

Finale russo-italiana al Roland Garros di Parigi, con la siberiana che torna a dominare le vette del tennis

Prima finale in carriera al Roland Garros, prima posizione mondiale riconquistata dopo quattro anni. Parigi, assieme a Roma, è la città preferita da Maria Sharapova. E non solo per i ristoranti aperti di notte, come ha confessato la tennista russa su Twitter.

Masha si è qualificata per l’atto conclusivo del campionato del mondo su terra battuta. Una finale parigina tinta d’Italia, con l’inattesa presenza di Sara Errani, venticinque anni da Bologna (è nata dieci giorni dopo la Sharapova), finalista anche in doppio con l’altra italiana Roberta Vinci. La migliore interprete stagionale sulla terra rossa e prossima Top Ten (sarà numero 10) da lunedì 11 giugno 2012.

Con il successo sulla ceca Petra Kvitova, numero 4 mondiale, “Masha” è tornata a guardare le sue colleghe dallo scranno più alto della classifica Wta. Una semifinale a senso unico, vinta in meno di un’ora. Solo il primo atto di una rivincita che la siberiana vorrà consumare per intero a Wimbledon, dove è stata sconfitta a sorpresa dalla Kvitova nella finale della precedente edizione.

Sharapova– Errani è lo scontro tra un Golia alto, biondo e gli occhi azzurri contro un Davide alla bolognese. È anche la sfida tra il power tennis potente e incisivo contro quello old style, strategia e gambe che macinano chilometri di terra mentre il cerchietto regge i capelli.

Intanto la russa è di nuovo la numero uno. Scalzata la sua miglior nemica, la bielorussa Azarenka, con un percorso accidentato nel torneo, che l’ha vista rischiare l’eliminazione agli ottavi di finale contro la numero 42 nel mondo Zakopalova, con 12 doppi falli all’attivo e un gioco falloso e discontinuo.

Un successo clamoroso, il primato, che smentisce le voci lunghe due anni di una carriera finita. Tra infortuni, l’insidia delle passerelle, l’antipatia nei suoi confronti di colleghe. In caso di successo sulla Errani, la Sharapova diventerà la decima tennista a vincere almeno una volta uno dei quattro tornei del Grand Slam. E solo cinque giocatrici, insieme alla siberiana, hanno raggiunto la finale nell’unico torneo dello Slam non vinto: Justine Henin, Monica Seles e Hana Mandlikova a Wimbledon, Martina Hingis al Roland Garros, Evonne Goolagong Cawley agli Us Open. 

Altro dato statistico: la russa ha vinto un major solo negli anni pari: 2004, 2006 e 2008. Tocca alla Errani smentire la cabala.

Aspettando il duello Sharapova-Errani, alle ore 15 dell'8 giugno 2012, vedremo ancora Italia vs Russia nella finale Roland Garros di doppio femminile: Sara Errani e Roberta Vinci sfideranno le russe Maria Kirilenko e Nadia Petrova

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta