Olimpiadi, countdown per Londra

Circa 600 atleti russi, 200 dei quali paralimpici, si preparano alla sfida, tra duri allenamenti e sacrifici, sognando di portare a casa oltre 70 medaglie

Ai Giochi Olimpici di Londra la Russia sarà rappresentata da circa 400 giocatori olimpici e circa 200 atleti che parteciperanno alle Paralimpiadi.

La maggior parte degli atleti si allenano sui campi allestiti dal Ministero dello Sport, uno dei quali, forse il migliore, è stato costruito proprio a Sochi.

Qui i campioni si allenano tutti i giorni secondo il seguente programma: un’abbondante colazione la mattina presto; alle 10 il primo allenamento; poi il pranzo, un breve riposo e il secondo allenamento.

Dopo i massaggi, arriva l’ora della cena e il momento di coricarsi. In effetti gli atleti devono dormire almeno nove ore per notte. La domenica, invece, ci si riposa. Uno o due giorni alla settimana, poi, ci si allena solamente una volta, dedicando il resto del tempo al risanamento del corpo, ai massaggi e alle saune.

Sia gli atleti, sia i funzionari, hanno sottolineato che negli ultimi anni sono state riservate allo sport consistenti somme di denaro.

E i risultati sono un dato di fatto: sono stati realizzati nuovi centri sportivi e incrementati gli strumenti. Allo stesso tempo iniziano i pronostici su quante medaglie porteranno a casa gli atleti della Federazione: secondo il presidente del Comitato Olimpico Russo Aleksandr Zhukov, i campioni “dovranno conquistare 75 medaglie, 25 delle quali, d’oro”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta