Vladivostok, sognando l'Est

All'estremo oriente della Russia, affacciata sul Mar del Giappone, si trova la città meta di chi si avventura lungo gli oltre novemila chilometri della Transiberiana

A nove ore di volo da Mosca, lontana sette fusi orari rispetto alla capitale, Vladivostok contempla la Cina sporgendosi dalla regione di Primorskij verso il Mar del Giappone.

Spicchio d’Oriente collegato all’Europa tramite la Transiberiana, realizzata a inizio Novecento, Vladivostok negli anni è diventata sogno e meta di quanti vogliono risalire la Russia verso Est, attraverso la linea ferroviaria più famosa del mondo, lunga più di novemila chilometri.

Tenuta in vita da un’economia basata prevalentemente sulla pesca, che occupa i quattro quinti della produzione commerciale della zona, la città ha dato i natali all’attore russo Yul Brynner, interprete del re del Siam in Il re ed io (1956), rivisitazione cinematografica dell'omonima operetta di Rodgers e Hammerstein, che gli valse l'Oscar come miglior attore protagonista.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta