Criscito e Bocchetti, zar del calcio russo

I due azzurri hanno dominato la Russian Premier League rispettivamente con lo Zenit San Pietroburgo e il Rubin Kazan. Per loro un anno da incorniciare

Uno dei tanti tributi on line a Domenico Mimmo Criscito da parte dei tifosi dello Zenit (Fonte: YouTube)

Ancora Italia in vetta alla Russian Premier League. È tempo di bilanci, di classifiche di rendimento. E gli azzurri Domenico Criscito e Salvatore Bocchetti – entrambi presenti nella lista dei 32 selezionati in Nazionale stilata dal ct Prandelli per gli Europei in Polonia e Ucraina – fanno parte dei 33 migliori calciatori nella lunga stagione del campionato russo, selezione pubblicata sul sito della federazione.

Il napoletano Criscito è stato scelto come miglior terzino sinistro del torneo, davanti ad Ansaldi del Rubin Kazan e Granat della Dinamo Mosca. Bocchetti, che potrebbe lasciare Kazan in caso di proposte allettanti provenienti dall’Italia (pare interessato il Napoli), è terzo tra i difensori centrali, dietro Lombaerts dello Zenit San Pietroburgo e il nazionale russo Vasily Berezutsky.

E lo Zenit di Luciano Spalletti, che ha rivinto il titolo con tre giornate d’anticipo, domina la graduatoria con ben nove elementi. A seguire il Cska Mosca, terzo in classifica con sei calciatori, poi Dinamo Mosca e Rubin con quattro. E sono quindici gli stranieri presenti nella lista. Un numero corposo, ulteriore segnale della crescita in competitività della Russian Premier League.

In attesa dei botti del mercato estivo, che dovrebbe vedere protagonista l’Anzhi del milionario Kerimov, anche se pare abbia perso il treno giusto per arrivare a Ezequiel Lavezzi del Napoli, e lo stesso Zenit San Pietroburgo.

Domenico Criscito (Foto: Itar Tass)


Tra i migliori per reti e rendimento ecco l’ex interista e Pallone d’oro africano Samuel Eto’o dell’Anzhi. Poi, l’ala irlandese McGeady dello Spartak Mosca e il capocannoniere del campionato e calciatore russo del 2011, l’ivoriano del Cska Seydou Doumbia.

Tra i nominati ci sono molti atleti di spicco della nazionale russa che esordirà agli Europei. Zhirkov, l’attaccante Kerzhakov, il talentino Alan Dzagoev, 22 anni, atteso alla consacrazione europea, la linea difensiva composta dai fratelli Berezutsky, Ignashevich e Zhirkov, che nel girone di qualificazione ha subito solo quattro reti, seconda solo all’Italia.  E tra i migliori della Russian Premier League e della lista del ct russo Advocaat c’è Magomed Ozdoyev, centrocampista ceceno 19enne, titolare nel Lokomotiv Mosca. Uno dei giovani più promettenti del panorama europeo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta