Russia Oggi al Festival di Perugia

Foto: David Sasaki

Foto: David Sasaki

Alla manifestazione internazionale sull'informazione, la libertà di stampa e la democrazia, organizzata nel capoluogo umbro, oltre duecento incontri con esperti di tutto il mondo. Tra loro anche lo scrittore e giornalista russo Evgeny Morozov

Russia Oggi è arrivata a Perugia per partecipare al Festival internazionale del Giornalismo, che, dal 25 al 29 aprile 2012, ha chiamato a raccolta nella città umbra esperti dell'informazione da tutta Europa, anche dalla Federazione.

Il nostro mensile è stato protagonista il 26 aprile 2012, giorno dell'uscita in edicola del secondo numero del 2012, grazie alla presenza del mediapartner dell'evento, giunto alla sesta edizione, LaRepubblica.it. In tanti hanno avuto l'occasione di sfogliare Russia Oggi per la prima volta, trovandolo all'interno del quotidiano italiano; per altri è stata la piacevole riconferma di un appuntamento mensile che si ripete dal 2010.

A Perugia, c'erano più di duecento eventi, dieci location, quasi 50 mila presenze, 1.000 giornalisti accreditati e centinaia di volontari: sono solo alcuni dei numeri di questi cinque giorni interamente dedicati al mondo dell'informazione, alla libertà di stampa e alla democrazia, organizzati da Arianna Ciccone e Christopher Potter, che nel 2007 hanno dato vita alla kermesse, come momento di riflessione sullo stato attuale e sul futuro del giornalismo.

Tra i temi trattati, quello che l'ha fatto da padrone è stato senza dubbio il rapporto tra media e social network. Facebook e Twitter fanno ormai parte della quotidianità di giornali e giornalisti e, quindi, in quest'ottica, si è parlato soprattutto di come il mondo del giornalismo e i suoi addetti ai lavori stiano cambiando. E non a caso in questi giorni i tweet dedicati al Festival sono stati all'incirca 40mila: un numero che conferma l'importanza che i social network stanno acquisendo.

Ma il Festival ha trattato anche tanti altri argomenti caldi e di grande attualità come il precariato e la situazione dei giovani giornalisti (e non solo) italiani, la posizione dell'Unione Europa nei confronti dei giovani, il ruolo di Twitter nella Primavera araba, il rapporto tra media e organizzazioni umanitarie (che si sono riunite negli incontri intitolati "Parla con me", organizzati con Unicef).

Si è parlato, inoltre, di giornalismo d'inchiesta, con il ricordo di Giuseppe D'Avanzo; di giornalismo di guerra; di opposizione in Rete, con il giornalista e scrittore russo Evgeny Morozov (IL VIDEO della sua partecipazione al panel discussion: "Tecniche di dissidenza e repressione digitale" del 28 aprile 2012. Morovoz ha festeggiato il suo compleanno a Perugia, come testimoniano le foto di Evgeny Utkin, ndr). E di molto altro ancora.

Tanti anche i personaggi noti presenti al Festival: da Enrico Mentana a Bruno Vespa, fino a Michele Santoro e Marco Travaglio, per citarne solo alcuni. In una manifestazione in cui il giornalismo è stato sì protagonista, ma anche spettatore.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta