Stalinbus per il 9 maggio: è polemica

Si è acceso il dibattito attorno all'iniziativa, voluta per celebrare il Giorno della Vittoria, di far sfilare lungo le vie di 40 città in Russia e nelle Repubbliche ex Urss, autobus con il volto del Generalissimo ritratto sulla fiancata

Passerà lungo la via Tverskaja, attraverserà il Kolzo e farà bella mostra di sé anche vicino alla Piazza Rossa, nel cuore di Mosca. Così il volto di Stalin si ripresenta ai russi, dipinto lungo le fiancate di alcuni autobus che, in occasione del Giorno della Vittoria, sfileranno per le strade della capitale russa. Ma non solo: saranno infatti quasi 40 le città, in Russia e nelle Repubbliche dell’ex Urss, che vedranno sfilare, sullo sfondo di un acceso dibattito, gli Stalinbus, autobus sulle cui fiancate verrà per l'appunto impresso il volto del “Generalissimo”.

L’iniziativa, che ha scatenato le reazioni di molti, riaccendendo il dibattito su una delle figure storiche più controverse del Paese, è stata voluta da alcuni cittadini e promossa su Internet per ricordare la vittoria dei comunisti sugli invasori nazisti.

Da Mosca a Ufa, da Vladivostok a Volgograd, ma anche a Perm, Minsk, fino a Tallin, Riga e Kiev. Queste sono solamente alcune delle città dove è stata promossa l’iniziativa.

Ma insieme alla corsa alla ricerca dei fondi, è scattata, ovviamente, anche la polemica fra chi sostiene il progetto, convinto che la figura di Iosef Stalin debba essere ricordata, e chi, invece, preferirebbe non rievocare una delle figure che più di tutte ha segnato la vita del Paese.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta