Il nuovo volto del cuore di Mosca

Al posto del celebre hotel “Russia”, nel cuore della capitale, sorgerà un parco. Ecco alcuni dei progetti più curiosi


Un grandissimo parco al posto dell’hotel “Russia”. È questa l’idea lanciata dal neo Presidente Vladimir Putin alla fine di gennaio: realizzare un enorme giardino sui 13 ettari nel centro storico di Mosca dove ora si erge l’immenso albergo, inutilizzato dal 2006 (quando è stato costruito, l’albergo risultava essere il più grande del mondo, finendo negli anni Settanta tra le pagine del libro dei guinness dei primati).

Il 1° febbraio 2012 è quindi stato lanciato un concorso, aperto a tutti, per eleggere il miglior progetto, che sarebbe stato scelto da una attenta giuria e giudicato dagli stessi abitanti di Mosca. Fino al 6 aprile 2012 è infatti stato possibile votare l’idea più originale sul sito del Comitato Moscovita per l’Architettura. Russia Oggi ha guardato e scelto per i suoi lettori alcuni dei progetti più curiosi.

Dipinti della tradizione russa

Per questo progetto l’autore ha tratto ispirazione dai disegni ornamentali dipinti a mano sui tradizionali oggetti di artigianato russi: le curve delle aiuole e dei sentieri richiamano la sinuosità delle foglie e dei fiori decorati su vasi e porcellane. Al centro del parco dovrebbe poi ergersi una piattaforma per concerti coperta da una cupola di vetro. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un lago artificiale, di piste ciclabili e di ponticelli pedonali. 


Sala per concerti “Russia”

L’area per concerti è stata pensata come due edifici a forma di bocciolo di rosa, uniti da alcune gallerie in vetro. All’interno delle gallerie i progettisti hanno pensato di posizionare alberi, zone relax e un bar.



La Torre di Tatlin

Il progetto prevede la realizzazione di un parco multifunzionale con un’area adibita ai concerti. In mezzo al parco dovrebbe poi essere eretta la Torre di Tatlin, il simbolo della avanguardie russe degli anni Venti: una torre alta 180 metri dalla quale dovrebbero ripartirsi alcuni viali. Su quest’area dovrebbero sorgere anche alcuni negozi, un parcheggio, un cinema e uno spazio per le mostre.


Il parco dei fiori

L’idea principale prende ispirazione da una moltitudine di fiori. L’autore del progetto prevede una piazza chiusa da una rete di viali. Sul terreno circoscritto dai sentieri dovrebbero poi sorgere stagni, aiuole e aree relax. A ciò si aggiunge la realizzazione di una sala per concerti con il soffitto in vetro, seguita dal Conservatorio dei Fiori: una serra sotterranea adibita alla coltivazione delle piante.

Il parco in onore della Grande Russia
Questo progetto ruota attorno all’idea di realizzare un parco simbolo della Grande Russia. Al centro dovrebbe ergersi una sala per concerti con la forma di una grandissima campana bianca sospesa tra sei torri. Oltre alla sala per concerti sono previste anche gallerie d’arte e zone ristoro. Tutto intorno dovrebbero essere posizionate sculture per commemorare gli uomini che hanno reso grande la Russia.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta