Il nuovo regno dei leopardi

Nell'Estremo Oriente russo è stato creato un parco nazionale per questi animali in via di estinzione. Oltre 260mila ettari di terreno per favorire la riproduzione di una specie fra le più ricercate dai produttori di pellicce

Un paradiso in terra per i leopardi. A Primorye, nell’Estremo Oriente russo, è stato creato il parco “La terra del leopardo”, un progetto voluto dal Wwf per la salvaguardia e la riproduzione del leopardo dell’Amur, noto anche come leopardo dell’Estremo Oriente, una specie in via di estinzione.

Oltre 260mila ettari di parco nazionale dove potranno vivere almeno 50 esemplari di leopardo, per un costo totale, così come riportato da Lenta.ru, di 40 milioni di rubli all’anno (circa un milione di euro).

“Negli ultimi 20 anni gli esemplari di leopardo dell’Amur si sono ridotti notevolmente – ha dichiarato Igor Chestina, a capo del Wwf in Russia -. Speriamo di incrementare le nascite proprio grazie a questo progetto. Purtroppo – ha concluso -, questa specie si trova in grave pericolo perché il suo mantello è considerato uno dei più pregiati dai produttori di pellicce”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta