L'Uzbekistan delle donne

L'esposizione del fotografo Carlo Rotondo a Milano mostra il lato femminile di questo Paese. Dal 3 al 14 aprile 2012 presso la biblioteca comunale di via Valvassori Peroni

L’Uzbekistan al femminile. È con una carrellata di volti di donne che Carlo Rotondo, fotografo napoletano, sociologo  e manager delle risorse umane, cerca di raccontare il suo spicchio d’Asia. Anche quello compreso tra il Kazakhstan e il Turkmenistan, cui è dedicata l'esposizione "Donne d'Asia".

Tra  empatia  e  ironia, complicità e solidarietà, la mostra allestita da Rotondo nella biblioteca comunale di via Valvassori Peroni a Milano (MM Lambrate) si concentra sulle espressioni e i gesti di donne che, con enormi difficoltà,  ma con sempre maggior risolutezza, assumono nella storia il ruolo di protagoniste.

In Uzbekistan le donne, fino alla conquista  sovietica degli anni Venti, hanno potuto girare soltanto avvolte nel  burqa: non un semplice velo, ma un pesante mantello nero di crine che copriva anche gli occhi. Una tradizione che cerca di sopravvivere nel tempo.

Ma la prima cosa che salta agli occhi sia in Uzbekistan sia in Sri Lanka (il secondo Paese cui viene dedicata la mostra) è  la  gentilezza, cui fanno seguito la curiosità e la disponibilità delle donne.

L’esposizione verrà allestita presso la biblioteca comunale in via Carlo Valvassori Peroni 56 a Milano, dal 3 al 14 aprile 2012.

Per maggiori informazioni:

Biblioteca Valvassori Peroni

Via Carlo Valvassori Peroni, 56 - Milano

Tel.: 02.88.44.52.82

c.bibliovalvassori@comune.milano.it

www.comune.milano.it

Entrata gratuita

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta