La Russia elegge Mister Operaio

Foto:  DPA / Vostok Photo

Foto: DPA / Vostok Photo

Il neo-Presidente Vladimir Putin ha indetto un concorso per scegliere il miglior lavoratore dell'anno nella Federazione. In palio premi fino a settemila euro

Come ai tempi dell’Urss, quando Stakhanov veniva preso a modello e idolatrato come emblema del sogno socialista. Da allora sono passati decenni, ed è per questo che oggi, all’annuncio dell’istituzione di un concorso per eleggere il miglior lavoratore, sembra quasi di fare un tuffo nel passato.

Secondo la notizia riportata dall’agenzia di stampa Ria Novosti, rimbalzata poi su molti altri siti russi e stranieri, Vladimir Putin ha indetto una selezione per nominare, presumibilmente a dicembre 2012, il lavoratore più bravo della Federazione. Un’iniziativa che trova l’appoggio e l’entusiasmo, proprio come ai tempi dell’Urss, di diverse categorie, oltre che dei lavoratori che potrebbero arrotondare per bene lo stipendio.

La finale si terrà tra giugno e ottobre 2012. “Se per l’estate riusciremo a portare a termine la finale del concorso, a dicembre 2012 potremo procedere con le premiazioni”, ha detto Tatiana Golikova, responsabile dello Sviluppo Sociale, commentando la selezione che si divide in due tappe, la prima per nominare i vincitori regionali e la seconda per eleggere quelli federali.

La selezione, di sovietica memoria, mette in palio ricompense in denaro per il miglior saldatore, il migliore minatore, il migliore elettricista, il migliore muratore e il migliore camionista. Cinque categorie che riceveranno premi da 100mila a 300mila rubli (tra i 2.500 e i 7.700 euro). A quanto pare però le categorie sarebbero troppo poche: è così che alcuni enti hanno deciso di allargare a proprie spese la selezione ad altri impieghi.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta