Kudrin, un programma contro

Il Presidente russo Dmitri Medvedev (a sinistra) e l'ex ministro delle Finanze Alexei Kudrin (a destra) (Foto: ITAR-TASS)

Il Presidente russo Dmitri Medvedev (a sinistra) e l'ex ministro delle Finanze Alexei Kudrin (a destra) (Foto: ITAR-TASS)

L'ex ministro delle Finanze propone di istituire un Fondo per le riforme economiche; per alcuni è un modo per ribadire la sua linea opposta a quella di Dmitri Medvedev, qualora il Presidente passasse alla carica di premier

L'ex ministro delle Finanze Alexei Kudrin, che si era dimesso dal suo incarico a seguito di una serie di disaccordi con il Presidente Dmitri Medvedev, ha annunciato l'intenzione di creare un Fondo per promuovere le riforme economiche. 

Su Twitter Kudrin ha scritto: "Io propongo una legislazione che deve assolutamente essere approvata e io devo anche sostenere iniziative ragionevoli". Kudrin ha aggiunto che le riforme potrebbe essere viste come una risposta alla domanda di molti manifestanti. Il Fondo non è ancora registrato, ma i documenti sono pronti e saranno presto presentati: "Il sistema scelto è una organizzazione senza scopo di lucro", ha rivelato una fonte. 

L'obiettivo del Fondo sarebbe selezionare o avviare iniziative civili e mettere insieme gli investitori, ha svelato la fonte, aggiungendo che l'obiettivo principale è quello di discutere la creazione delle leggi necessarie per la riforma del sistema economico della Russia.   

Il Fondo potrebbe essere visto come un modo di lavorare in opposizione al governo, ha detto un alto funzionario governativo. "Kudrin, anche se si è dimesso, ha ancora una considerevole autorità che egli può esercitare. Ha anche utilizzato questa sua prerogativa per criticare costantemente, ma di solito dietro le quinte. Che voglia ora farlo pubblicamente?", si chiede il funzionario.

Secondo il funzionario, Kudrin capisce la logica dei cambiamenti necessari, e "una volta che decide di fare qualcosa, lo farà in modo sistematico". La decisione di creare una organizzazione non governativa è stata una mossa saggia, secondo un altro funzionario dell'Agenzia governativa finanziaria ed economica, dal momento che tale Fondo sarà un ente pubblico, libero di cooperare con altre organizzazioni sociali e le regioni. Uno svantaggio, tuttavia, è che il Fondo stesso non sia in grado di proporre delle leggi; i progetti di legge possono essere introdotti alla Duma da parte di parlamentari, deputati, associazioni imprenditoriali e gli stessi Ministeri. 

Tale Fondo non richiede alti costi, ha ammesso una fonte anonima, solo gli stipendi di un piccolo staff di esperti. Il Fondo raccoglierà denaro, ha detto la fonte che ha definito Kudrin "la persona più abile del Paese per trovare fondi". "Kudrin sa bene come fare, lui ha un sacco di relazioni nel Paese e in tutto il mondo", ha aggiunto la fonte. 

"L'attività del Fondo non impedirà Kudrin di sostenere la creazione di un nuovo partito politico", afferma Evgeny Yasin, direttore scientifico della Scuola Superiore di Economia. A suo avviso, la creazione di un partito è stata ritardata perché la questione della leadership non è stata risolta. Mikhail Prokhorov non ha ancora elaborato i suoi piani. 

La versione originale su Vedomosti.ru

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta