Volley, Kazan sul tetto d'Europa

Foto: Itar-Tass

Foto: Itar-Tass

A guidare il trionfo Champions dello Zenit di Alekno l'italiano Valerio Vermiglio, giudicato anche Mvp. Mentre la Dinamo Mosca accede alla finale di Coppa Cev a spese del Monza

Valerio Vermiglio alza in Polonia con lo Zenit Kazan la Coppa Campioni 2012, suo terzo successo personale, con una dedica velenosa. "Sono contentissimo, godo come un riccio per questa vittoria - le sue prime parole -, che dedico di cuore a tutti quelli che mi vogliono male e ce ne sono".

I russi, guidati dal regista italiano, riportano la Coppa in Russia dopo tre anni. A Lodz, in Polonia, lo Zenit Kazan di Alekno (coach anche della Nazionale russa, già qualificata ai Giochi di Londra) vince al quinto set, dopo aver annullato tre match ball ai polacchi dello Skra Belchatow. Una gara intensa che ha visto i padroni di casa fare loro il match nella parte centrale e poi perdersi nelle fasi più calde.

"Vincere qui è bellissimo - ha aggiunto Vermiglio, a cui è stato assegnato l'Mvp (Most valuable player, ndr) -, è un successo pari al mio primo scudetto, quello con Treviso sul campo di Modena. Questi pubblici danno la carica, amano la pallavolo, come quello di Modena".

Il Kazan aveva superato in semifinale Trento e, battendo poi in finale il Belchatow, ha riconquistato un titolo vinto l'ultima volta nel 2008 e che nel triennio successivo aveva dovuto cedere proprio al Trento. Tra l'altro, quest'anno, alla squadra italiana è andata la medaglia di bronzo, nella finalina per il terzo posto contro i turchi dell'Arkas Izmir superata per 3-0 (25-20, 25-19, 25-19).

Rimanendo in tema di pallavolo maschile, la Dinamo Mosca ha vinto la gara di ritorno della semifinale di Cev Cup a spese dell'AcquaParadiso Monza Brianza, imponendosi al Golden Set. Il risultato dell’andata faceva ben sperare i brianzoli, che in casa, al PalaIper, si erano aggiudicati la vittoria per 3 a 2. Ma i russi festeggiano l'accesso alla finale con il risultato di 3-1 (22-25, 25-19, 25-19, 25-22. Golden Set 15-13). Ad attenderli i polacchi della Asseco Resovia Rzeszow.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta