La Russia punta gli occhi su Alba

La città piemontese ospiterà una delegazione proveniente da Penza, piccolo centro della Federazione a 600 chilometri da Mosca. Un incontro, dal 23 al 25 marzo 2012, per sviluppare nuovi rapporti commerciali e culturali

Stringere rapporti economici, commerciali e culturali. Sono questi i motivi che porteranno ad Alba (Cuneo) una delegazione proveniente dalla piccola città di Penza, situata a 629 chilometri a Sud Est di Mosca, nella parte della Russia Europea.

La delegazione, formata dal sindaco Roman Chernov, dagli assessori alla Cultura, allo Sport e all’Educazione, oltre ad alcuni imprenditori locali, visiterà il comune piemontese dal 23 al 25 marzo 2012.

Si tratta di un incontro importante per promuovere non solo la realtà italiana nella Federazione, ma per sviluppare nuove sinergie con la comunità russa, che nel 2013 festeggerà il 350esimo anniversario della fondazione della città. Per l’occasione sarà infatti invitato in Russia un gruppo di sbandieratori di Alba, che godranno della stessa ospitalità a loro concessa nell’estate 2011 a Penza in occasione di un festival etnico-culturale.

Dal punto di vista commerciale, il meeting potrebbe rivelarsi interessante per futuri scambi economici e di investimento. Per tale motivo la giornata del 23 marzo 2012 sarà interamente dedicata a incontri specifici a sfondo commerciale.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta