La cultura si incontra a tavola

Il 16 marzo 2012 a Roma l'associazione Cucimondo organizza una cena russa per conoscere i piatti tipici e le usanze della Federazione

Cibi, tradizione e cultura, insieme davanti a un piatto di pelmeni, i tortellini russi annegati dentro la smetana. L’associazione di volontariato Cucimondo, da sempre impegnata per favorire l’incontro e l’integrazione tra i popoli, organizza una serata dedicata ai sapori provenienti dall’Est.

All’iniziativa, nata per far conoscere i piatti tradizionali stranieri, prendono parte rappresentanti di diversi Paesi che si cimentano ai fornelli organizzando banchetti con i cibi tipici della zona.

L’incontro, oltre ad essere una finestra enogastronomica sul mondo, prevede un momento di confronto per presentare la cultura di origine e le motivazioni che hanno portato i singoli emigrati ad arrivare fino in Italia.

Venerdì 16 marzo 2012 la serata è dedicata alla Russia: a partire dalle ore 20, presso il centro “Il fiume” di via Dalmati 37 a Roma (zona san Lorenzo, vicino via De' Lollis), si terrà una cena a base di pirozhki, panzerotti ripieni di carne e patate macinate, borsh, la zuppa nazionale, pelmeni, torellini russi, kasha, porridge di grano saraceno, accompagnati da un’insalata di aringhe in pelliccia. Il tutto annaffiato da vodka finale per digerire.

La cena si svolgerà sulle note di Kalinka, la famosa danza locale. Al termine dell’incontro, verrà consegnata una dispensa sulla Russia con le ricette per preparare i gustosi piatti.

Come sempre, i partecipanti sono invitati a portare con sé un piatto piano e uno fondo per la zuppa, delle posate e un bicchiere, che potranno essere lavati sul posto prima di essere riportati a casa: un modo per limitare l'uso di piatti usa e getta e rispettare l'ambiente. Per chi non potesse organizzarsi, verranno messi a disposizione set biodegradabili al costo di un euro.

Per maggiori informazioni:

www.associazionecucimondo.org

Per aderire all'iniziativa, è necessario prenotare scrivendo all'indirizzo mail: cucimondo@gmail.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta