Taormina ricorda l'ultimo zar

La città siciliana inaugurerà presto un mezzobusto dedicato a Nicola II, imperatore di Russia. Il monumento, donato dal Console della Federazione, verrà posizionato nel giardino pubblico

Durante i suoi viaggi in Europa, a quanto pare, lo zar Nicola II, l’ultimo imperatore di Russia tramontato con la rivoluzione, più volte visitò Taormina. Quel gioiello del Mediterraneo dove lo zar era solito condurre la zarina e figli all’inizio del Novecento. 

Dopo un secolo Taormina ricorda il grande imperatore, innalzando in suo onore un mezzobusto nel giardino pubblico della città.

Il dono, voluto dal Console Generale della Federazione Russa Vladimir Korotkov, arriva dopo la consegna del premio letterario italo russo “Raduga “ (arcobaleno), vinto a settembre 2011 dal 26enne friulano Alessandro Metlica, autore del racconto “Il bel Paese dove il sì suona”, e dal 31enne moscovita Sergei Shargunov per il racconto “La nonna e la facoltà di giornalismo". Per l'occasione erano presenti, tra gli altri, anche l’ambasciatore della Federazione Russa in Italia Alexei Meshkov e lo stesso Korotkov.

L’inaugurazione del mezzo busto, che secondo il Console russo andrà ad aggiungersi al grande patrimonio artistico e culturale della città, avverrà sabato 9 giugno 2012.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta