Sguardo d'artista su Roma

Il pittore russo Igor Ladojanine presenta in una mostra la sua Città Eterna, immortalata dai colori caldi delle sue tele. Con lo scrittore Petrone si rende poi omaggio al piccolo centro di Corigliano

Foto: Ufficio Stampa

Sono trentatré i quadri che ritraggono la Città Eterna, dipinti dall’artista russo residente a Roma Igor Ladojanine, esposti nella mostra in corso al Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma fino al 24 marzo 2012.

Laureatosi all’Accademia di San Pietroburgo con una specializzazione sulla pittura classica, da diversi anni Ladojanine vive e lavora nella capitale italiana.

Nei suoi dipinti “Roma”, “Campidoglio”, “Ponte Sant’Angelo”, “Piazza Navona” e “Aventino” dominano sfumature calde, colori ricchi e densi, accompagnati da un’armonia di luce e forme.

Il pittore gioca con i toni porpora e ocra, che penetrano nell’essenza stessa di Roma, cuore affascinante del Mediterraneo.

I lavori di Ladojanine sono stati esposti anche a Mosca, San Pietroburgo e Helsinki. Le sue tele sono conservate nei musei e nelle collezioni in Russia, Italia, Francia, Germania e negli Stati Uniti.

In occasione dell’inaugurazione della mostra a Roma, il 9 marzo 2012, è stato inoltre presentato il libro-album di Luigi Petrone “Corigliano segreta” con  le illustrazioni ad acquerelli di Igor Ladojanine, dove l’artista e l’autore del libro hanno cercato di rappresentare la “loro Corigliano”, piccolo centro della Calabria in provincia di Cosenza.

“Il volume – ha detto Luigi Petrone -, è il risultato stesso dell’amicizia tra Russia e Italia. Per quanto riguarda le illustrazioni, anche se non ci fosse la firma di Ladojanine, i suoi tratti sarebbero riconoscibili senza alcun dubbio”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta