Eurovision, la sfida delle nonne

Per la nuova edizione del concorso canoro europeo, la Russia sarà rappresentata da un gruppo di arzille over sessanta, che cercheranno di sbaragliare gli sfidanti nella gara al via il 22 maggio 2012

Cresce il fermento per la nuova edizione dell’Eurovision Song Contest, conosciuto anche come Eurofestival (al via dal 22 al 26 maggio 2012), il concorso canoro che dal 1956 riunisce artisti provenienti da vari Paesi europei per una sfida seguita nel 2011 da un totale di oltre 114 milioni di telespettatori (70 milioni gli utenti incollati al televisore in Italia in occasione della finale trasmessa sulle reti Rai).

Quest’anno l’attesa più grande arriva dall’Est, precisamente dalla Russia, dove è appena stata ufficializzata la partecipazione delle stravaganti "Buranovskye Babushki" (letteralmente “Le nonne di Buranovo”), scelte per rappresentare la Federazione in occasione della 57esima edizione del festival che prenderà piede quest’anno a Baku, in Azerbaijan, Paese vincitore dell'edizione 2011.

Il gruppo folk di arzille vecchiette, originarie di Buranovo, nella regione di Udmurta, nella Russia centro occidentale, gareggerà nella prima semifinale del 22 maggio 2012 con la canzone “Party for everybody”.

Così come avvenne nel 2008 e nel 2011, anche quest’anno alla gara parteciperanno 37 Paesi. Lo show, articolato in due semifinali il 22 e il 24 maggio 2012, e in una finale il 26 maggio 2012, si terrà al Baku Crystall Hall.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta